CONDIVIDI
disastro genova
(screenshot video)

Disastro Genova: ecco le immagini che diranno chi è il colpevole, si cercano i video decisivi, un testimone dice “doveva succedere”.

Polemiche contro la Società Autostrade per l’Italia, dopo il crollo del Ponte Morandi. Sin da subito il Governo Conte ha promesso pesanti ripercussioni contro i responsabili. Dal 2013 a oggi, si registrano 10 casi, il più recente quello del 6 agosto scorso, quando a seguito dell’esplosione di un’autocisterna di Gpl, è crollato il viadotto-ponte dell’autostrada del raccordo di Casalecchio A1-A14.

Leggi anche –> “Crollo del ponte Morandi? Una favoletta, è impossibile”, le parole poco prima del dramma

La testimonianza choc: “Prima o poi doveva succedere”

Il governo ora sembra non voler tornare indietro. Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, oggi a Genova, ha annunciato in conferenza stampa: “Avvieremo la procedura per la revoca della concessione a società Autostrade”. Le sue parole fanno il paio con le dichiarazioni di diversi ministri del governo, in primis Matteo Salvini e Danilo Toninelli.

Intanto, in Borsa a Milano il fondo Atlantia, che controlla Società Autostrade per l’Italia, ieri è crollato a picco. Principale azionista del fondo è la famiglia Benetton, che ora si trova nell’occhio del ciclone. Potrebbe esserci una multa da 150milioni di euro nei confronti della società per aver inadempiuto agli obblighi previsti dal contratto di concessione. Si cercano anche le immagini che potrebbero chiarire molte cose: ad esempio, grazie alle sue webcam, Autostrade per l’Italia monitora l’intera rete autostradale italiana. Da quei frame arriveranno le risposte anche rispetto all’ipotesi dei presunti fulmini che hanno colpito i piloni, che in ogni caso in queste ore vanno scemando. Ma di quei frame nessuno parla. La Procura di Genova nel frattempo parla chiaramente di “errore umano” e non di una “tragedia”. E in uno dei video diffusi in queste ore si sente un ragazzo sostenere: “Prima o poi doveva succedere”.