CONDIVIDI
Ronaldo Luis Nazario (Photo by Michael Steele/Getty Images)

Ronaldo Nazario, ex fenomeno di Inter e Real Madrid, era stato ricoverato d’urgenza a Ibiza a causa di una polmonite: ma come sta ora il Fenomeno?

Ronaldo Nazario era stato ricoverato d’urgenza presso una clinica di Ibiza, da qualche giorno, a causa di una polmonite che aveva fatto preoccupare la sua famiglia e tutti i fan del calciatore. Al campione è stata diagnosticata l’infiammazione polmonare all’ospedale di Can Misses ma il ricovero è avvenuto presso la Policlinica Nuestra Señora del Rosario, struttura ospedaliera privata di Ibiza. Il fenomeno si trovava sull’isola per trascorrere le vacanze quando ha iniziato ad accusare i sintomi che l’hanno poi costretto a rivolgersi al pronto soccorso.

Sicuramente ti interesserà anche —> Ronaldo ricoverato d’urgenza in ospedale: ecco le sue condizioni

Ronaldo è stato dimesso dall’ospedale ed è lui o stesso a dare la notizia ai fan

Ronaldo Nazario è stato dimesso dall’ospedale Nuestra Señora del Rosario dove era ricoverato. A darne notizia è stato lui stesso tramite due cinguettii, uno in inglese ed uno in spagnolo, dove ha spiegato di essere già tornato a casa ringraziando il personale della clinica e la sua love Celina Locks: “Ciao a tutti! Sono già a casa dopo alcuni giorni passati in clinica. Grazie per il vostro affetto ed i vostri commenti, e molte grazie all’equipe di medici ed infermieri che si sono occupati del mio caso. Grazie Celina Locks, amore mio, per essere sempre al mio fianco. Sarà una stagione incredibile con tonnellate di grande calcio e sorprese”.

L’ultima apparizione pubblica del 41enne Ronaldo, avvenuta in Italia poco prima della sua partenza per Ibiza, lo ha visto sulla spiaggia di Civitanova Marche dove il campione si è prestato alla competizione per la Bobo Summer Cup, il torneo di foot volley organizzato da Christian Vieri.

Sicuramente ti interesserà anche —> Elena Santarelli, quello che ha fatto Vieri per il figlio Giacomo è straordinario

Il torneo è a scopo benefico e si ripropone di raccogliere dei proventi per l’associazione Heal.

Marta Colanera