CONDIVIDI
Criscito
(Facebook)

Ponte crollato a Genova, il dramma di Mimmo Criscito: “Questione di minuti”, lo sfogo del capitano del Genoa dopo la tragedia che ha colpito la città.

Al momento è fermo a 22 morti il bilancio delle vittime accertate della tragedia avvenuta oggi, vigilia di Ferragosto, a Genova. Il crollo del ponte Morandi, di dimensioni epocali, è avvenuto oggi intorno pochi minuti prima di mezzogiorno e stando al primo bilancio del 118 locale, ci sono “decine di morti”. Al momento sarebbero una quindicina i feriti nella tragedia ma non è possibile conteggiare il numero di dispersi.

Cosa è accaduto? Leggi qui –> Genova, crolla ponte sull’autostrada A10: «Persone e auto sotto le macerie» – VIDEO

Lo sfogo di Mimmo Criscito dopo la tragedia

Sin da subito davanti agli occhi dei soccorritori è apparso uno scenario infernale. Si continua a scavare nella speranza di trovare altre persone in vita. Intanto, il difensore della Nazionale e capitano del Genoa, Domenico Criscito, nelle sue Stories su Instagram ha rassicurato tutti: “Scrivo questo messaggio per tutti quelli che mi stanno scrivendo preoccupandosi di me e la mia famiglia”. Il capitano della società rossoblù è sfuggito alla tragedia per questione di minuti.

Lo testimonia una delle Stories su Instagram che lo riprende in macchina mentre il figlio gli chiede “Papà, che ore sono?” e lui risponde “Le 11.40”. In quel momento, Criscito e la sua famiglia stavano passando proprio sul Ponte Morandi. Il capitano genoano ha voluto mostrare la sua vicinanza alla città che lo ha adottato, poi si è lasciato andare a uno sfogo: “Stiamo tutti bene anche se siamo passati su quel ponte esattamente dieci minuti prima del crollo. Sono vicino a tutte le famiglie delle vittime. Non è possibile che un ponte di un autostrada possa crollare in questo modo… NON E’ POSSIBILE! Bisogna fare qualcosa per questo paese, la gente scappa proprio per queste cose. Abbiamo bisogno di sicurezza, abbiamo bisogno che qualcuno faccia qualcosa. Questo è uno schifo!!!”.