CONDIVIDI
(Archivio)

Mamma uccide la figlia 18enne nel sonno a colpi di ascia dopo che la situazione tra le due era degenerata già da tempo.

Una notizia terribile arriva dalla Russia dove una donna ha ucciso la propria figlia 18enne mentre questa dormiva. A commettere questo orribile delitto è stata Tatiana Degirmendzhy, 49enne di Chaychovsky, che ha infierito senza pietà sul corpo della figlia Yulia.

In base a quanto si apprende la donna e la ragazza già da anni avevano rapporti pessimi con continue liti quotidiane anche molto violente. Secondo i media locali russi che hanno riportato la notizia la donna negli anni aveva sviluppato un vero e proprio odio per la figlia fino alla decisione di eliminarla con un piano ben preciso. La 49enne ha aspettato che la figlia si addormentasse poi ha preso un’ascia e l’ha massacrata facendola letteralmente a pezzi e lasciandola in un lago di sangue. La donna poi ha tentato la fuga prendendo un treno.

Il corpo senza vita della ragazza è stato scoperto molte ore dopo dal fratello 22enne che ha immediatamente dato l’allarme. La polizia ci ha messo meno di 24 ore per rintracciare la donna e trarla in arresto. Agli agenti dopo aver confessato il suo crimine ha detto: “«Mia figlia era troppo polemica. Se avessi avuto altre sette figlie come lei le avrei uccise tutte una dopo l’altra»