CONDIVIDI
Robin Williams
Robin Williams (Getty Images)

Oggi 11 agosto 2018 sono 4 anni senza Robin Williams. L’attore si è suicidato nel 2014: aveva una malattia neurodegenerativa

Sono già passati 4 anni da quell’11 agosto 2014, quando Robin Williams sconvolse il mondo intero con un suicidio che in pochi si sarebbero aspettati. Un fulmine a ciel sereno, una notizia devastante che lasciò attoniti milioni di fan sparsi per il mondo. Perché Robin Williams si è suicidato? Che cosa poteva andar così male nella vita di uno degli attori più famosi e bravi di Hollywood, tanto da decidere di farla finita? Questa fu la domanda che in tanti si fecero una volta appresa la notizia che Robin Williams si era impiccato nella sua casa di Tiburon, in California. Inizialmente si parlò di depressione, di dipendenza da alcool e droghe (che in passato erano state davvero sue nemiche). La verità la svelò poi oltre un anno dopo sua moglie, Susan Williams, che spiegò quale fosse l’origine del gesto estremo di suo marito.

Robin Williams era affetto dalla demenza da corpi di Lewy, una malattia neurodegenerativa strettamente correlata con il morbo di Parkinson, diagnosticata tre mesi prima che l’attore di ‘L’Attimo Fuggente’ decidesse di farla finita. La demenza da corpi di Lewy è la seconda forma di malattia neurodegenerativa più diffusa dopo il morbo di Alzheimer: “La malattia lo aveva portato a soffrire di paranoia – spiegò Susan a ‘Good Morning America’ – allucinazioni e difficoltà motorie, e nell’ultimo mese i sintomi erano molto peggiorati. Avrebbe potuto vivere altri tre anni nel migliore dei casi, e sarebbero stati anni molto duri”. Insomma, una scelta che anticipava solo l’inevitabile. “Ma non mi aveva mai parlato della prospettiva di suicidarsi”, aggiunse Susan.

Leggi anche — > Morte di Robin Williams, svelati gli ultimi devastanti giorni

Robin Williams, i film indimenticabili del ‘Genio Ribelle’: da Will Hunting a Patch Adams

Davvero una perdita terribile, la morte di Robin Williams. Nato a Chicago il 21 luglio del 1951, se n’è andato a 63 anni, uccidendosi da solo prima che lo uccidesse la malattia. Ma nella memoria dei tanti appassionati di cinema resta una filmografia sconfinata, ricca di capolavori che l’hanno reso uno degli attori più celebri e indimenticabili della nostra generazione. Da ‘L’Attimo Fuggente‘, in cui interpretava un rivoluzionario professore di letteratura, fino a ‘Will Hunting‘, dove era il precettore di un genio ribelle. Ma anche Patch Adams, Mrs. Doubtfire (negli irresistibili panni di un’anziana donna), ‘Jumanji’ e ‘Hook – Capitan Uncino’, fino ad andare a ritroso col telefilm cult ‘Mork e Mindy’. Un attore poliedrico, dalla vita tormentata e con non pochi momenti difficili, tra cui la già citata dipendenza dall’alcool e dalla droga. Robin Williams ha avuto tre mogli (Valery Velardi, Marsha Garces e Susan Schneider) e tre figli (Cody, Zachary e Zelda). E tanti momenti indimenticabili, con frasi celebri che vale la pena di raccogliere, una per una.

Le frasi celebri di Robin Williams e dei suoi personaggi

“Mio papà non sentiva di avercela fatta nella vita. Eppure, era la persona di maggior successo che avessi mai conosciuto”. Lo disse Zach Williams, figlio di Robin Williams, in lacrime, in un documentario HBO che racconta la sua storia. Ma le frasi celebri di Robin Williams o semplicemente dei personaggi dei suoi film sono tantissime, almeno quanti sono i suoi successi. Ne abbiamo raccolte alcune che ci sembrano emblematiche:

“Bada a come parli, se no ti strappo le labbra e te le appiccico agli occhi, così vedi quello che devi dire!”
“Fare lo stand-up comedian è questione di sopravvivenza per me”
“Ridere non è solo contagioso, ma è anche la migliore medicina”
“Bere caffè decaffeinato è come masturbarsi con un guanto da forno”
“La gente spesso definisce impossibili cose che semplicemente non ha mai visto”
“La cocaina è il modo che Dio usa per dirti che stai facendo troppi soldi”
“I maschi americani oggi sono spaventati da due cose: una donna col coltello e una col cervello”
“Ti viene data solo una piccola scintilla di follia. Non devi perderla”
“Nulla è difficile per chi ha volontà”
“Solo nei sogni gli uomini sono davvero liberi, è da sempre così e così sarà per sempre”
“Volevo soltanto invecchiare insieme a te come due vecchie tartarughe che ridono contandosi le rughe insieme”
“A volte quando si perde si vince”
“Qualunque cosa si dica in giro, parole e idee possono cambiare il mondo”

Riposa in pace, Robin Williams. Non ti dimenticheremo mai.