CONDIVIDI
Cagliari: sub abusa di una turista 14enne durante un'immersione
(Websource)

A Cagliari un istruttore di immersioni subacquee ha approfittato di una visita guidata ai fondali della costa di Cala Verde per abusare di una ragazzina francese di 14 anni.

Ancora una storia di violenza sessuale su una minore questa volta proveniente da Cagliari. L’uomo (53 anni) accusato della violenza avrebbe approfittato del suo ruolo d’istruttore nelle immersioni subacquee per approfittarsi di una ragazzina di 14 anni di origini francesi. Con la ragazzina l’istruttore aveva pianificato una visita ai fondali della Cala Verde lo scorso 31 luglio.  La ragazza, amante delle immersioni e dei fondali marini era esaltata dalla possibilità di vedere delle bellezze naturali altrimenti impossibili da vedere, ma quando i due sono giunti in profondità, lontani da occhi indiscreti, l’uomo si è fiondato su di lei e ne ha abusato, rendendo quell’esperienza un incubo dal quale faticherà a riprendersi.

Leggi anche -> Parte per girare il mondo: 25enne stuprata e uccisa durante la prima tappa

Leggi anche -> Si siede accanto a due 16enni sul bus, abusa di una e picchia l’altra

Cagliari: istruttore subacqueo abusa di una 14enne, incastrato dalla telecamera

Avvolto dalle profondità marine della costa sud occidentale della Sardegna, l’uomo era convinto che non ci sarebbero state testimonianze della sua violenza (una denuncia avrebbe comunque portato a delle analisi che confermavano la versione della vittima), ma ad incastrarlo ci sono le riprese della videocamera che  il padre le aveva dato in prestito e che l’adolescente aveva portato con sé per filmare i fondali marini. Tornata sulla terra ferma e confessato quanto successo ai genitori, la ragazzina ha sporto denuncia ai Carabinieri portando come prova proprio la registrazione della violenza subita. L’uomo è stato immediatamente portato in caserma per un interrogatorio quindi posto agli arresti domiciliari in attesa del processo.

Leggi anche -> Milano, la 25enne sfuggita allo stupro in stazione: “Ecco come mi sono salvata”