CONDIVIDI
(Websource)

Martedì scorso erano andati sul versante francese del Monte Bianco per festeggiare il compleanno di Alessandro ma non avevano fatto ritorno. Oggi la polizia francese ha trovato i loro corpi.

Martedì scorso Luca Lombardini ha compiuto 31 anni e per festeggiare aveva deciso di affrontare insieme alla fidanzata Elisa ed al fratello Alessandro la salita della Petit Aiguille Verte. Il trio era partito di prima mattina, alle 7:30, da Chamonix ed aveva deciso di affrontare il percorso più semplice, almeno secondo quanto scritto da Elisa alla madre nell’ultimo messaggio: “Facciamo un percorso più facile, meno male perché sono ancora stanca per la gara”. Con il passare delle ore i familiari dei tre alpinisti italiani si sono preoccupati non riuscendo a rintracciarli ed hanno lanciato l’allarme contattando la polizia locale.

Leggi anche -> Disastro aereo sulle Alpi tra Italia e Svizzera: si temono 20 morti

Leggi anche -> Rifiuta l’elisoccorso: alpinista muore sul Monviso a 3600 metri

Dispersi sul Monte Bianco: le ricerche e la tragica scoperta

La gendarmerie ha iniziato le ricerche da Chamonix, dove i locali hanno detto loro che l’ultimo avvistamento del trio italiano era stato proprio poco prima della partenza per la vetta della Petit Aiguille Verte. Triangolando il percorso affrontato dagli alpinisti italiani utilizzando il segnale dei loro telefoni, i ricercatori hanno trovato il corpo di Luca Lombardini in fondo ad un canalone: il ragazzo è caduto per 250 metri in verticale dopo essere scivolato. Secondo la ricostruzione della dinamica, è possibile che i tre fossero legati l’uno all’altro e che la caduta del primo abbia trascinato a fondo anche gli altri. Dopo il recupero, la salma di Lombardini è stata trasportata a Chamonix, dove i familiari hanno effettuato il riconoscimento.

Leggi anche -> Tragedia sulle Alpi, aereo da turismo si schianta: 4 morti