CONDIVIDI
(Websource)

Dopo aver investito un cinghiale che aveva attraversato improvvisamente la strada la sua Ferrari ha preso fuoco mettendo a rischio la sua vita: il dramma del sindacalista macerate della Cisl.

Ha ancora le fiamme impresse nella mente Rossano Rossetti, sindacalista della Cisl che qualche notte fa ha visto la sua auto prendere a fuoco dopo un incidente, mentre racconta l’accaduto al ‘Resto del Carlino‘: “E’ stato spaventoso. Era buio, in auto tutto esploso. Ho avuto veramente paura”. Il sindacalista maceratese spiega che quella sera stava tornando a casa dopo aver partecipato ad una festa con la compagna, Rossetti aveva lasciato la fidanzata a Pieve Torina e stava tornando verso Villa Potenza quando, arrivato alla Maddalena, un cinghiale gli ha attraversato la strada ed è stato impossibile evitarlo. Dopo averlo colpito ha perso il controllo della sua 360 Modena e per evitare di sbattere contro un muretto ha sterzato finendo comunque nel canale che costeggia la strada.

Dopo l’incidente l’auto prende a fuoco: “Alla fine, mi sono rimasti solo la targa e lo stemma Ferrari”.

Subito dopo l’incidente Rossetti è uscito dall’auto in stato confusionale: “Io sono sceso, ma lì in mezzo, nel buio, non si capiva nulla. Ero anche spaventato perché non sapevo che fine avesse fatto il cinghiale. Ho chiamato il carro attrezzi”, ma proprio mentre chiamava il carro attrezzi si è accorto che l’auto stava prendendo a fuoco: “Mi sono accorto che stavano partendo le fiamme, allora ho preso l’estintore che era a bordo e ho provato a spegnerle. Così mi sembrava di aver fermato il fuoco, e invece dopo qualche minuto è ripartito. Ho provato a usare un estintore preso da un ristorante lì vicino, nell’attesa dei vigili del fuoco, ma non c’è stato nulla da fare. Alla fine, mi sono rimasti solo la targa e lo stemma Ferrari”.

Dispiacere a parte per l’auto, l’incidente non ha causato grosse ferite al sindacalista che se l’è cavata con un dolore al braccio. Dopo l’accaduto l’uomo ha voluto denunciare l’accaduto ai Carabinieri per ricevere il risarcimento dalla Regione, ma al momento non ci sono tracce del cinghiale, unica prova che l’incidente è stato causato dall’animale.