CONDIVIDI
Senigallia: gang di africani semina il panico sul bus, bambina sfiorata da un pugno
(Websource)

Una gang di africani è salito su un bus a Senigallia senza biglietto. Quando il conducente ha chiesto loro di scendere o di pagare questi lo hanno minacciato e trattenuto. Secondo i media locali è anche volato qualche pugno.

Secondo quanto riportato sul ‘Corriere Adriatico‘ un gruppo di africani avrebbe seminato il panico su un bus a Serra de’ Conti, minacciando e accerchiando l’autista del mezzo che gli aveva chiesto di esporre il biglietto o di scendere. Il bus era partito da Senigallia ed aveva appena fatto tappa nell’altro paesino dell’anconetano, quando alla fermata sono saliti gli africani senza timbrare il biglietto.

Leggi anche -> Pozzallo, migranti nudi in spiaggia: “Una perdita per il turismo” – FOTO

Senigallia: autista affronta il gruppo di africani, rissa sfiorata

La scena non è sfuggita all’autista che prima di ripartire è andato a chiedere il biglietto ai passeggeri appena saliti. La richiesta non è piaciuta al gruppetto che invece di mostrare il biglietto ha assunto un atteggiamento minaccioso nei confronti dell’autista: si sono alzati in piedi ed uno di loro ha afferrato l’autista per le braccia, il quale ha detto loro con fermezza di togliergli le mani di dosso.

Nell’articolo del ‘Corriere Adriatico‘ viene poi spiegato come nel contempo qualcuno (non è chiaro chi) avesse già chiamato le forze dell’ordine e che l’accenno di rissa con “Qualche pugno volato” uno dei quali avrebbe “sfiorato una bambina” è stato sedato in breve tempo. Alla vicenda non sono aggiunti altri dettagli, né riguardanti l’impavido autista né la gang di africani.

Leggi anche -> Migranti, arresti per truffa e maltrattamenti in un centro accoglienza