CONDIVIDI
Colpito da un ictus dopo 2 ore dalla nascita, quello che fanno i medici è incredibile
(Websource)

In Inghilterra un bimbo nato da appena 2 ore è stato colpito da un ictus, i medici gli hanno salvato la vita ed ora sta bene.

Appena nato, lo scorso 3 dicembre, il piccolo Archie James è entrato di diritto nel libro dei primati della Gran Bretagna: colpito da un’ictus ad appena 2 ore dalla nascita è il più giovane inglese ad aver subito un ricovero per questa patologia. Il piccolo è stato portato nel reparto di rianimazione dopo aver manifestato i sintomi di un attacco epilettico, quindi è stata trasferito dal West Cumberland Hospital Cumbria in cui si trovava al Royal Victoria Infirmary di Newcastle, un ospedale più attrezzato per casi come questo, con un reparto apposito dove il bambino poteva essere monitorato h24 da un medico in caso di altri attacchi epilettici o improvvisi arresti cardiaci.

Colpito da ictus a 2 ore dalla nascita: il piccolo Archie lotta e resta in vita

Trattandosi di un caso raro, nessuno sapeva quali fossero le reali percentuali di sopravvivenza del bambino. I genitori, che fino a quel momento avevano vissuto la gravidanza senza complicazioni, si sono trovati a dover lottare con l’idea che il loro piccolo potesse morire, una prospettica che li aveva distrutti, come raccontato dal padre al ‘Mirror‘: “Fino a quel momento non avevamo avuto complicazioni. Trovarci all’improvviso davanti alla prospettiva che nostro figlio potesse non sopravvivere era davvero troppo”.

Per fortuna l’intervento dei medici è stato repentino e Archie ha cominciato a lottare sin da subito per la sua vita riuscendo a respirare autonomamente dopo 3 giorni di ricovero. I medici lo hanno tenuto sotto osservazione per qualche altro giorno, fino a che hanno ritenuto che fosse fuori pericolo. Adesso il bambino sta bene ed i medici ritengono che ci sia il 90% di possibilità che l’ictus non lasci conseguenze future al neonato, permettendogli di svilupparsi normalmente.