CONDIVIDI

Disastro aereo in Svizzera. Un aereo d’epoca si è schiantato sul Piz Segnas, cima di 3099 metri. Le vittime potrebbe essere sino a 20

Ieri sera una vera e propria tragedia ha colpito la Svizzera. Un ex velivolo da trasporto dell’Aeronautica militare elvetica, un Ju-52 Hb-Hot, si è schiantato sul Piz Segnas, cima di 3099 metri. La Ju-Air, la compagnia aerea proprietaria del velivolo, ha annunciato la sospensione di tutti i voli. Le vittime potrebbero essere sino a 20, poiché l’aereo poteva trasportare 17 passeggeri e 2-3 membri d’equipaggio. Ad ora non ci sono ulteriori notizie e indicazioni sulle possibili vittime. Tutto è stato rimandato al pomeriggio. Secondo quanto ricostruito dagli agenti, lo schianto è avvenuto sul versante retico, sulla pendice occidentale della montagna, sopra Flims, a un’altezza di 2540 metri. Sul posto sono immediatamente intervenuti due elicotteri della Guardia Aerea, tre elicotteri civili e vari altri soccorritori. L’Ufficio federale dell’Aviazione civile (Ufac) ha indicato ieri di avere chiuso lo spazio aereo nell’area del Piz Segnas sino a questa sera. Lo Ju 52 ha una velocità di crociera di 180 km/h. I 3 velivoli della Ju-Air, un’associazione che propone voli panoramici con i celebri aeromobili, operano dall’aerodromo di Dübendorf.

Leggi anche –> Incidente aereo in Messico, le tremende immagini dello schianto – VIDEO

Disastro aereo, la nota della compagnia

L’aereo che si è schiantato è stato costruito negli ’30 del secolo scorso. Aveva un uso civile e militare ed è stato protagonista del ponte aereo organizzato nell’inverno 1942/1943 per venire in soccorso alla Sesta Armata nazista accerchiata a Stalingrado. L’aeronautica militare elvetica acquistò tre Ju 52 nel 1939 e per oltre 40 anni li usò come velivolo da trasporto: vennero radiati solo nel 1981. Da allora i velivoli – che hanno le matricole Hb-Hos, Hb-Hop e Hb-Hot – vengono usati per voli panoramici. “E’ nostro triste dovere informarvi che uno dei nostri aerei Ju-52 ha avuto un incidente. Al momento non sono disponibili ulteriori informazioni”, si legge in una nota apparsa sul sito della compagnia.