CONDIVIDI
Salvatore Pezzano
(Instagram)

Ce l’ha fatta Salvatore Pezzano, il ragazzo che nessuno voleva operare: nelle scorse ore l’intervento al Rizzoli, la sua storia in un video.

Qualche giorno fa, vi avevamo raccontato di Salvatore Pezzano, un ragazzo come tanti che sta vivendo una situazione complicata a causa di un infortunio subito su un campo da calcio. Era il 2 maggio scorso quando il ragazzo si involava verso la porta avversaria ed uno dei difensori gli franava addosso violentemente causandogli una lussazione sterno clavicolare. Si trattava di un infortunio raro e nessuno vuole operarlo.

Per saperne di più –> Salvatore, il ragazzo che nessuno vuole come operare: “Non sappiamo come fare”

L’operazione chirurgica salva Salvatore Pezzano

Salvatore Pezzano, in un video, si era rivolto al web per cercare un’equipe chirurgica. Adesso ce l’ha fatta e può raccontare il successo della sua operazione: “Non so che parole usare..un incubo che finisce! È partito tutto dal web..grazie a tutti voi che avete fatto si che il messaggio potesse arrivare alla persona giusta! Una decisione presa martedì mattina e stamattina operato! Stamattina prima di entrare in sala operatoria mi è passata tutta la vita davanti, ho pensato e se tutto va male e non mi risveglio? Non posso abbandonare la mia famiglia e amici…grazie Dio, grazie a tutti coloro che mi hanno aiutato a diffondere il messaggio , grazie al prof Castagna che mi è stato vicino e mi ha aiutato in tutti i modi e grazie soprattutto all’equipe che mi ha operato (per privacy non posso fare nomi!)..appena sveglio ho fatto il primo respiro e MI SONO SENTITO VIVO VERAMENTE”.

Il giovane è stato operato all’ospedale Rizzoli di Bologna e l’equipe ce l’ha avuto in cura è stata poi immortalata in un’altra foto. Salvatore Pezzano ha anche ricordato: “Mi aspetta una lunga convalescenza di 1 mese, ma sono la persona più felice del mondo! Desiderio che questo post venga condiviso e possa arrivare a tutti, perché è solo grazie a voi se c’è l’ho fatta..desidero arrivi a tutti coloro che stanno combattendo una grave malattia o che stanno male, ricordatevi di non perdere mai la speranza! Me ne sono sentite dire tante..che sarei rimasto disabile, che ci sarei rimasto sotto i ferri o che nel caso migliore avrei perso il braccio, ma sapete cosa rispondo io? Che a tutto c’è rimedio, non bisogna mai arrendersi, mai mollare , mai perdere la speranza”.

Grazia a tutti coloro che mi hanno segnalato anziché aiutarmi…

Un post condiviso da Salvatore Pezzano (@s.p.1.0) in data: