CONDIVIDI
Don Marco Scandelli
(Screenshot)

Don Marco, frasi scandalo su pedofilia e animali: il prete spiega le sue parole. 

Don Marco Scandelli, dopo lo scandalo provocato dalle sue parole torna sulla vicenda legata al suo messaggio contro la pedofilia nel clero, un messaggio per il cui contenuto il prete è finito ieri nell’occhio del ciclone. Ecco il suo comunicato di oggi: “In relazione alla eco che, in questi giorni, ha assunto un mio commento apparso sul social network Facebook di condanna alla pratica della pedofilia, intendo pubblicamente precisare che la ragione evidente del messaggio da me lanciato era unicamente finalizzato ad una ferma censura alla pedofilia e non certo all’esortazione verso altre pratiche, come forse equivocato.

I toni utilizzati ed il passo estrapolato erano volutamente provocatori, ma leggendo le notizie apparse sulla stampa mi si attribuiscono giudizi che non mi appartengono, distorcendo un paradosso – peraltro segnalato nel mio post – nel quale ho espresso il mio disgusto assoluto per la pedofilia, oltreché per altre aberrazioni. Dal momento che il passaggio utilizzato ha ferito la sensibilità di molti, vorrei scusarmi pubblicamente, ribadendo ancora una volta che l’unico fine del mio intervento era la condanna alla pratica della pedofilia”.

Il messaggio di Don Marco che ha scatenato la bufera

“Basta. Io capisco tutto e scuso tutto. Ma..Capisco che un prete possa avere un cedimento. Capisco tutto. Scuso tutto, guardo con misericordia tutto. Ma non questo. Non con un minore. Se un prete sente delle necessità fisiche, piuttosto (scusate il paradosso) si trovi una donna o un uomo consenziente e maggiorenne. Al limite anche un animale. Sono pur sempre peccati, ma non scandalizzano e non traumatizzano, non deviano gli innocenti.

Leggi anche per approfondire: Don Marco contro la pedofilia: “Ora basta, se un prete ha certe esigenze lo faccia con un animale”