CONDIVIDI
Rieti, punto da un insetto si accascia e muore: Floriano aveva 39 anni
(Websource)

Incidente letale avvolto nel mistero a Rieti, un uomo di 39 anni è stato punto da un insetto ed è morto pochi istanti dopo, i soccorritori però hanno escluso che la morte possa essere stata causata da questo.

Come spesso accadeva di pomeriggio, ieri Floriano Palmeggi, dipendente Cotral, stava lavorando all’interno di una stalla dell’azienda di famiglia quando, improvvisamente ha chiesto aiuto ad un conoscente e si è accasciato a terra perdendo i sensi. Secondo quanto riferito tutto si sarebbe verificato nel giro di qualche istante, Floriano ha sentito una puntura d’insetto e pochi istanti dopo ha avvertito un malessere diffuso, quindi si è diretto verso la prima persona che ha trovato dicendogli di essere stato punto da un insetto e che aveva bisogno d’aiuto ed infine si è accasciato perdendo i sensi. Gli operatori del 118 giunti sul luogo qualche minuto dopo hanno cercato di rianimare il ragazzo ma non ci sono riusciti e ne hanno dovuto dichiarare il decesso.

Leggi anche -> Ex ciclista muore di shock anafilattico: vinse anche al Giro d’Italia

Rieti: la morte di Floriano per i medici non è dipesa dalla puntura d’insetto

I medici che sono intervenuti per offrire il primo soccorso a Floriano non hanno trovato sul corpo tracce che indicassero una reazione allergica alla puntura d’insetto, dunque hanno escluso che la morte possa essere stata causata da uno shock anafilattico. Per accertare le cause di questo improvviso decesso verrà quindi disposta un’autopsia sulla salma e se necessario un esame tossicologico. Nel frattempo la morte del ragazzo ha scosso l’intera comunità di Poggio Bustone nella quale era cresciuto, viveva ed era apprezzato dai compaesani per le sue qualità umane e professionali. Ragazzo sempre gentile e disponibile si dedicava all’azienda di famiglia ogni qualvolta aveva del tempo libero.

Leggi anche -> Ragno violino: ancora un caso grave, stavolta in Sardegna