CONDIVIDI
(Twitter)

Tragico incidente aereo in Messico, un aereo con a bordo 100 passeggeri è precipitato poco dopo il decollo, ma miracolosamente non è morto nessuno.

L’Embraer 190 dell’Aeromexico partito ieri pomeriggio dall’aeroporto internazionale Guadalupe Victoria di Durango e diretto a Città del Messico è precipitato a circa un chilometro dalla pista di decollo. A bordo del velivolo erano presenti 97 passeggeri e 4 membri dell’equipaggio. Ad evitare il peggio è stato il pilota, capace di effettuare un atterraggio di emergenza, il bilancio dell’incidente aereo infatti non conta alcuna vittima anche se tra gli 85 feriti ce ne sono 12 gravi (tra i quali proprio il pilota). A comunicare il disastro aereo è stata la stessa compagnia messicana attraverso il proprio profilo ‘Twitter‘ con un messaggio in cui si legge: “Aeromexico è venuta a conoscenza di un incidente nei pressi di Durango e sta lavorando per ottenere informazioni e dettagli a riguardo. Rimanete sui nostri canali ufficiali per ottenere maggiori informazioni”. Sin dai primi istanti si era notato che c’erano dei sopravvissuti, come vi avevamo anticipato ieri notte subito dopo aver appreso la notizia dell’accaduto.

Messico, precipita aereo con 100 passeggeri: la dinamica dell’accaduto

Stando ad una prima ricostruzione della dinamica dell’incidente, basata sulle testimonianze di alcuni testimoni, l’aereo non ha mai completato la fase di decollo poiché mentre cercava di prendere quota ha cominciato a perdere potenza. Alcuni dei passeggeri presenti sul volo, infatti, hanno dichiarato che l’aereo ha compiuto “Uno strano movimento” durante la fase di decollo, quindi è caduto verso il suolo. Difficile al momento stabilire quale sia stata la causa di questa perdita di potenza che verrà in seguito verificata da opportuni controlli. Ciò che è sicuro è che le condizioni meteorologiche durante il decollo non erano delle migliori poiché in quel momento stava grandinando, a riferirlo è Aispuro che ha dichiarato: “Le condizioni meteorologiche erano sfavorevoli, stava grandinando, c’era una tempesta di vento e per questo forse ad un certo punto il pilota ha voluto interrompere la manovra di ascesa, senza però riuscire”.