CONDIVIDI
Berlusconi avvisa Salvini: "Se non si allontanano dai 5 stelle perderanno voti"
(Getty Images)

Silvio Berlusconi ha assistito in silenzio all’evoluzione politica che ha portato la Lega al governo, adesso però avverte gli ex alleati che continuando così perderanno l’appoggio dell’elettorato di centro destra.

Silvio Berlusconi torna a parlare di politica e lo fa evidenziando quelli che a suo modo di vedere sono gli evidenti errori degli ex alleati della Lega, i quali, salvo per la politica migratoria, hanno lasciato ampio raggio di azione al Movimento 5 Stelle, come dimostrato dai recenti tagli ai vitalizi e dal decreto dignità. L’ex premier è convinto che lasciando così tanto spazio ai pentastellati, la Lega perderà l’appoggio del centro destra e dei suoi elettori e che alla prossima tornata elettorale subira una forte perdita nelle preferenze: “Il consenso degli elettori moderati non può rimanere a lungo a chi permette di realizzare politiche della peggiore sinistra” – dice Berlusconi in un’intervista rilasciata al ‘Quotidiano Nazionale‘ – “noi non ci siamo mossi di un millimetro dalla linea di centrodestra”.

Leggi anche -> Marchionne in fin di vita, i messaggi di Renzi e Berlusconi

Berlusconi: “Il Movimento 5 Stelle sta danneggiando l’imprenditoria”

Nel prosieguo dell’intervista il leader di Forza Italia sottolinea come le politiche applicate dal Movimento 5 Stelle siano sfavorevoli all’imprenditoria e presto tutti ne risentiranno: “I grillini, sessantottini in ritardo, cercano di attuare confuse politiche di sinistra, oltre che del tutto inadeguati a governare”, sentenzia l’ex cavaliere che poi aggiunge: “Non c’è un solo tema nel quale la politica statalista, anti industriale, profondamente illiberale dei 5 Stelle non caratterizzi l’ azione del governo: penso al decreto Dignità, al paventato blocco dell’ Alta Velocità Ferroviaria, agli ostacoli alla Tap, alla minacciata chiusura dell’Ilva, alla ri-nazionalizzazione di Alitalia, per non parlare della politica fiscale e di quella giudiziaria”. Per questi motivi Berlusconi invita Salvini ad ascoltare le istanze degli industriali e di tutti gli altri lavoratori così da scongiurare l’attuazione di politiche di sinistra da parte di un partito che è salito al governo con voti di centro destra.

Berlusconi accenna infine alla politica migratoria attuata dal governo e dice che è giusto essere fermi nelle decisioni, ma che questo non può portare all’applicazione di politiche contrarie ai principi di umanità ed accoglienza tipici della tradizione cattolica di cui l’Italia è da sempre portatrice: “Episodi come quello che ha colpito Daisy Osakue sono gravi” sottolinea l’ex premier che poi conclude dicendo che non possono essere annullati: “I principi di umanità che sono dentro di noi e fanno parte della nostra cultura europea liberale e cristiana”.

Leggi anche -> Berlusconi, frase choc su Raffaella Fico: “Mi fa schifo una che va con un ne**o”