CONDIVIDI

Sarà Kora a prendere l’eredità di Kaos, pastore tedesco che aveva salvato tante vite durante il terremoto di Amatrice

C’è ancora sgomento e dolore sui social per la morte di Kaos, il cane-eroe protagonista di tantissimi salvataggi durante il terremoto di Amatrice. Una morte assurda, avvelenato nell’Aquilano. Il corpo senza vita del pastore tedesco è stato trovato da Fabiano Ettore, il suo istruttore, nel giardino di casa a Sant’Eusanio Forconese, comune in provincia dell’Aquila. Kaos era stato determinante di recente nel ritrovamento di un uomo di Roio, di cui si erano perse le tracce. Ora Fabiano Ettorre, l’addestratore di Kaos, ha deciso che sarà Kora a prendere il testimone. È sua figlia, cucciola di pastore tedesco di tre mesi e ultima della cucciolata rimasta in casa dell’uomo.

Morte Kaos, le indagini dei carabinieri forestali

A prendere la decisione è stato lo stesso Ettorre, colui che aveva addestrato Kaos a diventare un infallibile ricercatore di dispersi sotto le macerie, nei boschi e in tante altre emergenze. Una scelta avvenuta per colmare in parte il dolore per la perdita di Kaos. Kora nel Dna avrà eredito dal padre, giovane pastore tedesco di tre anni e mezzo, il coraggio e la dedizione di salvare vite umane. L’attento addestramento al quale sarà sottoposta, farà di lei la degna erede di Kaos. Proprio poche settimane fa, Ettorre aveva pubblicato sul suo profilo Facebook, una offerta di adozione. “Disponibile ultima cucciola di pastore tedesco”, aveva scritto nell’annuncio accompagnato da foto e video. Intanto è scattata l’indagine dei carabinieri forestali con un sopralluogo per verificare anche l’eventuale presenza, non solo in giardino, di altri bocconi avvelenati: la carcassa di Kaos è stata sequestrata per le analisi. Secondo Ettorre l’animale “era vivo almeno fino alle due del mattino, perché a quell’ora l’ho sentito abbaiare. Per Kaos – racconta – tenevo la porta di casa sempre aperta”