CONDIVIDI
(Websource)

In Indonesia, alle ore 00:40 circa, c’è stato un fortissimo terremoto; il bilancio è di 10 morti ed almeno 40 feriti.

Il terremoto avvenuto in Indonesia durante la notte, a mezza notte e mezza circa, è stato di magnitudo 6.4 ed ha avuto epicentro sull’isola indonesiana di Lombok. Come il terremoto avvenuto negli altri eventi catastrofici che hanno colpito il continente, il numero dei morti e dei feriti è in gran parte causato dai vari cedimenti strutturali subìti dagli edifici indonesiani. Il terremoto ha avuto una durata di circa 10 secondi ma, anche testimoniato dalla magnitudine, è stato un sisma di grande intensità.

Leggi anche  —> Terremoto in Indonesia, scossa di magnitudo 6.5 a Giava 

In Indonesia un terremoto di magnitudo 6.4 ha causato almeno 10 morti e 40 feriti

(Websource)

Il terremoto non è una situazione sconosciuta per la popolazione indonesiana in quanto si verificano molto spesso eventi riguardanti sismi a causa della posizione stessa dell’Indonesia, che rientra nella cosìdetta ‘Cintura del fuoco’. Il territorio indonesiano con i suoi abitanti, infatti, nonostante la meravigliosa vegetazione e lo splendido mare si trova nel pericolo sisma sotto molti punti di vista. A partire dai vulcani, seppur utili all’agricoltura locale per la loro capacità di rendere fertile la terra, sino ad arrivare alle costruzioni che, potremmo dire qui in Italia, non rispettano le norme sismiche e cadono collassando su se stesse anche per scosse di pochi secondi, la popolazione del luogo non si sente certamente al sicuro. Come in questo caso, infatti, i residenti sono abituati a riversarsi nelle strade o nella vegetazione piuttosto che ripararsi sotto delle mura portanti all’interno degli edifici.

Leggi anche —> VIDEO: terremoto in Indonesia, immagini live della scossa

Anche per l’evento sismico, che ha scosso i cuori degli indonesiani questa notte, il quadro è stato similare: moltissimi edifici collassati ed almeno 10 morti e 40 feriti (numeri sino ad ora accertati). Il sisma in questo caso, però, si è mantenuto circoscritto alla zona di Lombok e non sono state registrate nè danni nè vittime neanche nella vicina isola di Bali. L’isola colpita, invece, seppur registrando un numero di vittime limitato considerata l’ora della notte in cui il terremoto si è verificato, ha subito un’immane quantità di danni. L’ingresso del Parco nazionale del vulcano Rinjani, attrazione dell’isola di Lombok, è stato molto danneggiato e chiuso al pubblico e la quantità di edifici resi inagibili dal terremoto riporta immediatamente la riflessione su quanto possa fare la differenza il fattore prevenzione in questi casi.

Marta Colanera