CONDIVIDI
Nina Zilli
(Screenshot)

Non accenna a placarsi la polemica a distanza tra la cantante Nina Zilli e il ministro Matteo Salvini. Ora la replica della donna che ribadisce le sue idee

Continua la polemica a distanza tra Nina Zilli e il ministro Matteo Salvini. La cantante aveva criticato dal palco del suo concerto a Comacchio il ministro dell’Interno sulle politiche in tema di immigrazione. “Basta guerra! Siamo nel 2018, tutti devono avere diritto alla vita”, ha detto l’ex giudice di Italia’s got talent sul palco al termine di una esibizione. E ha poi proseguito: “Fanculo Salvini, evviva i bambini”. Una frase che ovviamente non è piaciuta a Matteo Salvini. Il ministro ha subito commentato sui social l’attacco della cantante: “Abbiamo una vincitrice del premio ‘Furbizia’ dell’estate 2018”. Dopo aver postato il video dell’attacco, Matteo Salvini ha poi aggiunto che ha ricevuto insulti da chi è stata pagata con “soldi pubblici”.

La risposta di Nina Zilli a Matteo Salvini

Interpellata dai giornalisti del “Corriere della Sera”, la cantante si è limitata a rispondere : “Mi sono fatta prendere dall’enfasi e ho detto quell’insulto. Me ne scuso, forse avrei dovuto dire abbasso, per quanto il vaffa sia stato sdoganato. Ma rimango della mia opinione, non ce la si prende con i bambini e con chi scappa dalla guerra”. Ovviamente la polemica tra i due ha scatenato i commenti sui social. C’è chi si esalta per l’attacco da parte di Nina Zilli a Matteo Salvini e chi invece critica pesantemente la scelta fatta: “Voi che godete di grande visibilità avete il dovere piu di altri di esporvi ….brava!!!”, dice qualcuno, “Dona il ricavato dei tuoi ridicoli concerti ai tuoi amati finti profughi!”, commenta qualcun’altro.