CONDIVIDI
(Gettyimages)

Salvini annuncia l’arresto di un richiedente asilo per lo strupro della ragazza ventenne avvenuto domenica sera a Reggio Emilia.

Dopo aver subito uno stupro all’interno di un parco in una zona periferica di Reggio Emilia, una ventenne emiliana aveva denunciato l’aggressione alle forze dell’ordine spiegando che lo stupratore l’aveva colta di sorpresa nascondendosi dietro ad un cespuglio e spingendola a terra quando era ormai di spalle. Ancora in stato di shock non era stata in grado di fornire una descrizione dettagliata del suo aggressore, ma aveva comunque spiegato che secondo lei si trattava di un cittadino straniero. Le indagini svolte dalla polizia sul luogo del crimine hanno portato ad individuare un ragazzo di origine ucraina che è stato successivamente arrestato. Ad annunciare il successo dell’indagine è stato il ministro Salvini attraverso il proprio profilo Facebook.

Ragazza stuprata a Reggio Emilia, Salvini: “Inaspriremo ulteriormente le leggi”

Il successo e la tempestività dell’arresto del giovane ucraino sospettato di aver stuprato la ragazza emiliana ha dato lo spunto a Matteo Salvini per rinverdire le polemiche con l’opposizione sulla politica che riguarda i migranti e l’accoglienza: “Ragazza violentata domenica a Reggio Emilia, arrestato un RICHIEDENTE ASILO ucraino di 26 anni”, scrive trionfalmente il leghista che in seguito aggiunge: “Complimenti alla Polizia Italiana”. Dopo i dovuti complimenti alle Forze dell’ordine, Salvini si rivolge direttamente agli oppositori del PD, ai quali scrive: “Per la sinistra la nostra linea sarebbe ‘troppo dura’. Sbagliato, inaspriremo leggi troppo deboli: VIA dall’Italia i clandestini delinquenti, VIA ogni forma di protezione a chi si macchia di questi reati schifosi!”.

Il post di Salvini è stato accolto con discreto favore dai sostenitori del leader leghista che chiedono anche al ministro dell’Interno quando verranno finalmente inasprite le Pene, un utente ad esempio scrive: “Dico a Bonafede e Salvini…. ma quando pensate (come governo) di modificate il CODICE PENALE, con l’INASPRIMENTO PESANTISSIMO delle PENE??? …e quando Abrogherete il Patteggiamento, gli Sconti Pena, gli Arresti Domiciliari e reinserite Nuovamente nel C.P., tutti Reati Depenalizzati( con pesanti sanzioni) negli ultimi 6/7 anni??? …e va applicata la stessa norna che vige in Austria, cioè, che i delinquenti che stanno in carcere, devono lavorare per ripagarsi la diaria giornaliera del costo della detenzione”.