CONDIVIDI

Morto a 20 anni per un colpo di sonno. Mattia Toscano stava rientrando da una nottata di lavoro quando ha perso il controllo dell’auto

Molto probabilmente un colpo di sonno è risultato fatale a Mattia Toscano. Il ragazzo aveva 20 anni e ha perso la vita questa mattina sulla strada provinciale 297 Torre dell’Orso-Melendugno. Mattia è stato vittima di un incidente spaventoso intorno alle 6. Il ragazzo stava tornando a casa dopo aver lavorato la notte a “La Casaccia”, uno dei locali più frequentati della costa e che si trova a Torre dell’Orso. Secondo quanto ricostruito finora dagli inquirenti, Mattia ha perso il controllo della sua Fiat Punto a pochi chilometri da Melendugno. Molto probabilmente un colpo di sonno, a causa dell’orario e di una nottata di lavoro sfiancante, è risultato fatale. Mattia ha perso il controllo, ha sbandato e la macchina si è ribaltata per poi finire prima contro un palo della segnaletica stradale e ha concluso la sua corsa contro un albero.

Gli amici hanno chiamato i soccorsi

È rimasto incastrato tra le lamiere e a lungo hanno dovuto lavorare i vigili del fuoco per estrarre il corpo da ciò che restava della Punto. Sul posto anche il 118 e la polizia stradale che ha ora il compito di ricostruire l’esatta dinamica dell’accaduto. Il corpo del giovane è ora nella sala mortuaria dell’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce. Nei weekend estivi, intanto, gli agenti impegnati in un servizio contro le stragi del sabato sera tra Lecce e Gallipoli hanno compiuto 131 controlli sequestrando nella zona della Baia Verde a Gallipoli 10 patenti a giovanissimi risultati positivi all’alcol. Cinque di questi avevano assunto anche cocaina e anfetamine.