CONDIVIDI
Iuschra
Iuschra

Serle, corsa contro il tempo per trovare la piccola Iuschra, scomparsa nei boschi: ancora 48 ore poi le ricerche verranno sospese.

Tiene ancora tutti col fiato sospeso la vicenda della bambina di 12 anni disabile che si è persa nei boschi di Serle, nel bresciano. La piccola è autistica ed era in gita con altri bambini disabili. Si è allontanata e non è chiaro che fine abbia fatto. L’allarme è stato lanciato ieri appena prima di mezzogiorno e i risultati sono stati finora infruttuosi. La piccola indossa una maglietta gialla a fiori e un paio di leggins neri. Le sue ricerche sono senza sosta e tanti sono gli appelli su Facebook.

Le ricerche di Iuschra dureranno 72 ore

Iuschra, questo il nome della piccola di origini pakistane, è stata vista per l’ultima volta da un uomo, che non ha immediatamente capito che la bambina si era allontanata dalla vista dei volontari dell’associazione a cui era stata affidata. Intanto, è chiaro che bisogna fare in fretta, come spiega bene il prefetto di Brescia Annunziato Vardè al termine di un incontro con i soccorritori: “Abbiamo deciso che le ricerche proseguiranno per 72 ore”.

Il prefetto ha poi aggiunto: “Aumentiamo il numero degli speleologi che da dieci diventeranno 30 perché c’è il rischio che la bambina sia finita in uno dei tanti buchi che sono presenti in questa una carsica”. Notizie sul comportamento della bambina sono state date dal sindaco di Serle, Paolo Bonvicini: “E’ attirata dai cellulari e dagli occhiali, ama la musica, le piace la sigla di Masha e Orso. Ama cose colorate che si sventolano, le piacciono le persone bionde, si sente più sicura con loro. Si butta facilmente nell’acqua, le piacciono molto le patatine. Queste sono le informazioni più utili che mi sento di dare a chi dovesse incontrarla”