CONDIVIDI
Piacenza, barista stuprata per ore nella notte: è caccia all'uomo
(Getty Images)

Una barista di origini cinesi è stata stuprata per ore la notte tra giovedì e venerdì in un bar di Piacenza, dopo la denuncia della vittima è stata aperta una caccia all’uomo.

Secondo quanto riportato dai media locali una barista cinese che lavora in un bar del centro di Piacenza è stata vittima di uno stupro durato ore all’interno dello stesso esercizio in cui lavora. La vittima ha raccontato alle forze dell’ordine che l’uomo si è presentato poco prima che il locale chiudesse e che ha approfittato di quell’attimo di solitudine per assaltarla. L’uomo ha dunque aspettato che il locale fosse chiuso per legare ed imbavagliare la donna, quindi ha abusato di lei per ore, prima di darsi alla fuga e scomparire.

A chiamare i Carabinieri di quanto accaduto sono stati i residenti di zona che nel corso della notte hanno avvertito le urla della barista ed hanno chiamato aiuto. Dopo essere stata soccorsa, la vittima è stata portata in ospedale dove si trova tutt’ora in stato di shock. Gli investigatori stanno procedendo nell’indagine seguendo i dettagli della testimonianza che ha fornito la vittima. A Piacenza è stata aperta una vera e propria caccia all’uomo per cercare di trovare lo stupratore, al momento però né i Carabinieri né la procura hanno divulgato ulteriori dettagli sulla vicenda.

Barista cinese stuprata, il secondo caso in poche ore

Solo ieri erano emersi i dettagli di uno stupro perpetrato ai danni di una studentessa 20enne da parte di un tassista abusivo di 61 anni di origine egiziana. La giovane aveva chiamato il taxi per tornare a casa dopo una serata all’Old Fashion di Milano e quando è salita sull’auto l’uomo le ha detto che la corsa in questo caso era gratuita. La frase era un segnale inquietante che, purtroppo per la ragazza, si è trasformato in una dichiarazione d’intenti: la ragazza era sola e molto ubriaca e questo prima di lasciarla a casa si è fermato in un parcheggio e si è approfittato di lei.