CONDIVIDI
Amadeus
(screenshot video)

Il conduttore televisivo Amadeus, reduce dal successo di ‘Ora o mai più’, si confessa: “Nella mia vita ho attraversato un momento buio”.

Dopo il successo del programma ‘Ora o mai più’, il talent show che intendeva ‘rilanciare’ meteore vinto da Lisa, Amadeus si confessa in una lunga intervista al quotidiano ‘Libero’, in cui racconta in particolare i passaggi più difficili della sua carriera. “Quando ho lasciato l’Eredità per passare a Mediaset, nel 2006, ho attraversato un momento buio”, ha raccontato il conduttore.

Potrebbe anche interessarti –> Fabrizio Frizzi, Rita Dalla Chiesa “risponde” all’omaggio di Amadeus

Amadeus: il passaggio a Mediaset e il periodo buio

Spiega Amadeus: “Avrei dovuto fare il preserale per tre anni e invece è durata tre mesi o poco più e per quasi tre anni sono stato di fatto escluso, dimenticato, il telefono non squillava e i produttori non avevano tempo per me. Ma non mi sono abbattuto, avevo solo rabbia verso me stesso per essermi fidato e affidato”.

Amadeus a quel punto deve quasi ricominciare da zero: “Mi sono rimboccato le maniche e ho ricominciato daccapo, dalla radio, prima una volta a settimana e poi tutti i giorni: è stata una seconda giovinezza, con più esperienza ma mantenendo lo stesso entusiasmo. Poi Michele Guardì e la Rai mi hanno proposto Mezzogiorno in famiglia: forse in passato non avrei accettato un programma in onda solo nel weekend, ma in quel momento per me è stata una proposta fantastica”.

Leggi anche –> Ora o mai più, Amadeus inizia male il suo reality

Il successo di Amadeus con ‘Ora o mai più’

Il conduttore parla anche del successo, forse insperato, del talent show che ha presentato di recente: “Onestamente nessuno poteva immaginarsi che avremmo superato il 20%, avrei firmato anche per meno. Anche perché era un esperimento, non è sempre facile proporre la musica in tv. Sono felice che il pubblico abbia apprezzato una formula semplice ma accattivante, che ci ha permesso di riascoltare canzoni bellissime, e per una volta siamo noi italiani a vendere un format all’estero invece di comprarlo”.

Amadeus è già pronto per la seconda edizione del programma: “Di artisti spariti per diversi anni ce ne sono tanti, in questa prima edizione abbiamo avuto un bellissimo cast”.