CONDIVIDI
Pasquale Lettieri
(Facebook)

Dramma in spiaggia a Palinuro: muore annegato un ventenne, Pasquale Lettieri, inutili tutti i tentativi di salvarlo, il corpo non è stato recuperato.

Un dramma si è consumato ieri pomeriggio a Palinuro, nel Cilento: un ragazzo di 20 anni, Pasquale Lettieri, residente a Rofrano, ha perso la vita annegando. Il suo amico Manuel Gregorio, anche lui 20enne di Rofrano, si è salvato in extremis. Il dramma pochi minuti dopo le 18.30, sulla spiaggia libera delle Saline. Pochi istanti sono bastati perché il corpo di Pasquale Lettieri venisse risucchiato dalle onde.

Leggi anche –> Bagnina salva ragazzino che rischia di annegare in piscina

I soccorsi e i tentativi di salvare Pasquale Lettieri: travolto da un’onda

Inutile il suo tentativo di chiedere aiuto e quello di Geppino Calicchio, bagnino del lido Sunset, di salvarlo. L’uomo infatti non ci ha pensato due volte a gettarsi in acqua, nonostante le condizioni proibitive del mare. Solo uno dei due bagnanti è stato però recuperato. E’ riuscito a far uscire dall’acqua Manuel Gregorio, quindi ha tratto in salvo un altro uomo in difficoltà e infine ha provato a salvare anche Pasquale Lettieri. Arrivato a pochi metri da lui, gli ha teso la mano, ma un’onda ha trascinato via il ragazzo.

Sul posto sono intervenuti immediatamente gli uomini della Guardia Costiera, la motovedetta Sar 814, i carabinieri della locale stazione diretti dal maresciallo Giuseppe Sanzone, i sanitari del 118 e un elicottero dei vigili del fuoco. Moltissimi i testimoni presenti sull’arenile in quel momento che hanno assistito al dramma. Qualche decina di volontari si è unita ai soccorsi per recuperare il corpo di Pasquale Lettieri. Tra loro anche Éric Stauffer, politico svizzero nativo di Caprioli.

Leggi anche –> Sara, risucchiata dal bocchettone: il defibrillatore che poteva salvarla non funzionava

Le condizioni proibitive del mare hanno però impedito che il corpo del ragazzo venisse recuperato. La procura di Vallo della Lucania ha aperto un’inchiesta. Il tenente di vascello Giampaolo Arcangeli, comandante dell’ufficio circondariale marittimo di Palinuro, ha chiarito: “Le condizioni del mare erano davvero proibitive, abbiamo fatto tutto il possibile, anche con l’aiuto di persone del posto. Le ricerche sono andate avanti tutta la notte”.

Sconvolto il bagnino che ha provato a salvare il giovane bagnante: “Mi sono fatto il segno della croce e mi sono gettato in acqua, Ho visto quel ragazzo morire, ho fatto di tutto per salvarlo”. Sul luogo della tragedia sono arrivati la mamma e la sorella del ragazzo, quindi il sindaco di Centola Carmelo Stanziola e quello di Rofrano Nicola Cammarano. Le ricerche vanno avanti per recuperare il corpo del giovane.

Leggi anche –> Ancona, bimbo di 5 anni rischia di annegare e viene rianimato in spiaggia: è grave