CONDIVIDI
Giancarlo Magalli accusa ancora Adriana Volpe: "Sono una sua vittima"
(Screenshot Video)

Giancarlo Magalli torna a parlare della querelle con Adriana Volpe e sostiene di essere ancora vittima delle false voci che l’ex collega ha messo in giro su di lui.

In una recente intervista concessa al sito ‘Dagospia‘, lo storico conduttore de ‘I Fatti Vostri‘ si toglie qualche pelo sulla lingua parlando del suo rapporto con la Rai, della polemica con l’ex valletta Adriana Volpe, e della politica di scelta dei conduttori adottata dall’emittente statale. L’occasione per la chiacchierata con il giornale di Roberto D’Agostino è quella del 71esimo compleanno del conduttore che il prossimo anno sarà ancora al timone dello storico programma Rai, questa volta in compagnia della bella e giovane Roberta Morise.

Il primo quesito posto al presentatore è proprio riguardante la lunga militanza ne ‘I Fatti Vostri’, l’intervistatore gli chiede se non si sia stancato di condurre sempre lo stesso programma e sebbene Magalli si dica fiero di ciò che fa, ammette che una nuova sfida non gli dispiacerebbe: “A me ‘I Fatti Vostri’ piace, ma sarei contento se la Rai mi proponesse anche un quiz, un game show o un qualcosa da mandare anche nel primo pomeriggio, che somigli a me e al mio modo di lavorare”. Allora come mai non gli è mai stato offerto dell’altro dai vertici Rai? A questa domanda il conduttore risponde: “È che tutti questi direttori, che appaiono e scompaiono così velocemente nella nostra vita artistica, non hanno mai il tempo, o il coraggio, di puntare su qualcosa di diverso. Alla fine preferiscono andare sul sicuro facendo lavorare sempre le stesse persone”.

Giancarlo Magalli: “Pago ancora per le false voci diffuse dalla Volpe”

Dunque si rimane alla conduzione de ‘I Fatti vostri’ che quest’anno prevede l’arrivo di una nuova valletta, Roberta Morise, e sulla nuova convivenza il conduttore si dice ottimista poiché gli è bastato uno sguardo per capire che la nuova collega è una dedita al lavoro ma non disposta a tutto per fare carriera. Su eventuali problemi tra loro, Magalli dice: “Con questi presupposti non vedo l’ora di iniziare. Ahimè sono ancora vittima di certe voci messe in giro dalla Volpe, ma tutte le donne che hanno lavorato con me possono tranquillamente testimoniare, anche se in molte l’hanno già fatto, quanto non sia misogino o prepotente sul lavoro”.