CONDIVIDI
(The Sacramento Bee)

La bimba di 3 anni implora il cibo, i genitori la umiliano e poi la uccidono. 

Il 25enne Miller Costello e la 23enne Brenda Emilie sono stati arrestati con la gravissima accusa di aver maltrattato, picchiato, umiliato e infine ucciso la loro bambina di soli 3 anni. In base a quanto ricostruito dalla polizia di Ogden in Utah i due hanno perpetrato atti gravissimi nei confronti di loro figlia sin da quando è nata. Sul corpo della piccola sono state trovate numerose bruciature di sigarette, lividi e ferite di ogni tipo. Inoltre hanno ripreso in diversi video, ora usati come prove contro di loro, le torture che mettevano in atto nei confronti della loro piccola. Come quando la costringevano a mangiare una cipolla mentre le sanguinava copiosamente il naso, oppure quando la piccola, chiaramente denutrita, implorava il cibo ai suoi genitori e la mamma le avvicinava una forchetta salvo poi togliergliela dalla bocca all’ultimo con un calcio.

La polizia ha trovato la bambina morta in casa, in una condizione che ha lasciatogli stessi agenti attoniti e senza parole. «Hanno lasciato Angelina come una vittima dell’Olocausto uccidendola dopo una vita di torture» hanno detto gli inquirenti alla stampa locale. Chris Bishop, il capo della Polizia Locale, ha detto che si tratta del peggior caso di abusi su bambini che abbia mai visto in tutta la sua vita.

Adesso i due genitori che definire tali è davvero esagerato rischiano seriamente una condanna alla pena di morte.