CONDIVIDI
(Photo credit should read TIZIANA FABI/AFP/Getty Images)

Antonino Modica è stato travolto da un mezzo pesante mentre effettuava dei rilievi stradali lungo la Statale 434

Investito da un mezzo pesante mentre era in servizio. Una terribile tragedia ha colpito la stagione carabinieri Arquà Polesine, in provincia di Rovigo. L’appuntato scelto Antonino Modica di 55 anni è stato investito nel corso di rilievi stradali da un mezzo pesante che è sopraggiunto lungo la Statale 434. L’incidente è avvenuto all’altezza di Fratta, in direzione Rovigo. Modica si trovava sulla carreggiata perché un’autocisterna stava riversando liquido sull’asfalto e stava svolgendo il suo lavoro come tante altre volte. Intorno alle 18.30 il mezzo pesante, forse a causa della distrazione, sopraggiungeva investendo mortalmente Antonino Modica. Anche il conducente del mezzo in avaria è stato colpito e ora è ferito gravemente.

Carabiniere travolto e ucciso, il cordoglio del ministro Trenta

In particolare sono stati riscontrati grossi problemi agli arti inferiori. L’altra persona presente sul luogo, l’appuntato Vito Maurantonio, è rimasto illeso. Modica lascia lascia la moglie e due figli. L’uomo era stato a lungo in servizio alla Banca d’Italia prima di prendere servizio nella stazione di Arquà Polesine. Cordoglio e solidale vicinanza alla famiglia è stato espresso dal ministro della Difesa Elisabetta Trenta e dal Capo di Stato Maggiore, il generale Claudio Graziano. Questo il tweet del ministro Trenta: “a nome suo e delle forze armate cordoglio per l’Appuntato Scelto Antonino Modica, deceduto questo pomeriggio a Villamarzana (Ro) in un incidente in servizio. Profondamente addolorata sono vicina alla famiglia e ai carabinieri”.