CONDIVIDI
Eleonora Piovesan
Eleonora Piovesan (Facebook)

Chi è Eleonora Piovesan, la ristoratrice vincitrice padovana di 4 Ristoranti Estate, il reality culinario condotto da Alessandro Borghese.

Tappa padovana ieri per l’edizione estiva di 4 Ristoranti, il programma di cucina condotto da Alessandro Borghese. A vincere la puntata è stata Eleonora Piovesan del ristorante Radici – Terra e Gusto, che ha avuto la meglio sui tre sfidanti, ovvero Gourmetteria – Eat & Enjoy, Antonio Ferrari – Storie di cibo e di vino e La Gineria – Restaurant Gourmet. La ristoratrice ha raccontato la sua esperienza in un’intervista pubblicata sul sito di SkyTg24.

Leggi anche –> 4 Ristoranti di Alessandro Borghese, chi è il miglior ristorante di cucina autentica del Molise?

La soddisfazione di Eleonora Piovesan per la vittoria di 4 Ristoranti

“Ci speravamo tanto, ma non ci aspettavamo la vittoria. Per la tipologia e il tema della puntata, il nostro vero ‘rivale’ era Antonio, temevamo lui perché è particolarmente forte, conosciamo il cuoco del locale e sappiamo come lavorano”, ha detto Eleonora Piovesan, parlando dell’affermazione nella puntata del reality show.

Quindi ha raccontato come è nata ‘Radici’: “E’ un progetto di Andrea, ha impiegato due anni per riuscire a realizzarlo, io mi sono unita a due giorni dall’apertura. L’idea era riproporre la sua cucina in chiave innovativa, con tecniche moderne e al tempo stesso utilizzare quelle antiche, tutto questo in un posto elegante ma mai formale”. Eleonora Piovesan ha aggiunto: “Tradizione e innovazione si sposano facilmente, l’importante è rispettare sia l’una che l’altra, senza snaturare. Un piatto, una filosofia, innanzitutto si rispettano, mantenendo i sapori e l’equilibrio, fatto questo, si può usare la fantasia”.

Vuoi saperne di più? Leggi –> 4 Ristoranti: Borghese si prepara per la prossima stagione

Il successo di Radici, ristorante aperto da poco

Sicuramente la vittoria è una bella gratificazione per un ristorante aperto appena da 10 mesi: “Oltre alla cucina che è la base, è importante il materiale umano, noi scherziamo e ci divertiamo, all’apparenza il locale può sembrare formale, ma ci teniamo a far sentire le persone come a casa loro. Andrea ha scelto un certo tipo di poltrone per il comfort che regalano, non tanto per l’estetica”.

Eleonora Piovesan, ovviamente, frequenta anche altri ristoranti e spiega: “Controllo praticamente tutto, dall’ordine alla pulizia, alla mise en place, ma sulla pulizia non transigo. E’ fondamentale, anche perché se penso che un posto è sporco e tenuto male, anche la cucina di conseguenza lo è. Diverso è il discorso della trattoria in cui trovo la vecchietta che cucina la tagliatella per dieci euro circondata dalla polvere del 15/18, in questo caso non mi faccio grandi problemi. Dipende sempre da dove vai”. Infine, fa il nome dell’ospite ideale che avrebbe voluto a cena: il compianto chef Gualtiero Marchesi.

Leggi anche –> Il Lusso Della Semplicità: apre il primo ristorante di Alessandro Borghese in Italia