CONDIVIDI
serpente
(Websource)

Una donna di 56 anni era alla guida del suo veicolo quando, improvvisamente, ha visto sbucare dal cruscotto della sua auto un serpente. L’animale è uscito allo scoperto mentre la conducente si trovava da sola in auto e stava percorrendo la Strada di grande comunicazione Firenze-Pisa-Livorno nell’impossibilità di accostare il veicolo.

Attimi di panico per una donna di 56 anni che stava percorrendo la Strada di grande comunicazione Fi-Pi-Li e che ha visto all’altezza degli svicoli di Navacchio e Cascina, vicino Pisa, apparirle un serpente nella macchina. L’animale è sbucato improvvisamente dalle bocchette dell’aria condizionata mentre la donna, sola in auto, si trovava sulla strada ad elevata percorrenza nell’impossibilità di fermarsi per scendere dal veicolo.

Leggi anche —> Grosso serpente entra in appartamento, lo trovano nel passeggino

La 56enne è riuscita ad avvertire le Forze dell’Ordine e gli agenti sono arrivati sul posto

Per quanto spaventata la donna di 56 anni è riuscita a tenere sotto controllo la situazione ed ha mantenuto i nervi saldi tenendo l’animale lontano da sè con la sua borsetta. Uscita dallo svincolo la donna è riuscita ad accostare il veicolo ed a scendere velocemente dell’abitacolo. Nonostante avesse dovuto lasciare la borsa nella macchina durante la fuga dal mezzo la donna ha portato con sè il cellulare con il quale ha allertato la polizia stradale che ha inviato gli agenti della sezione di Livorno sul posto. Gli agenti preposti si sono, quindi, trovati faccia a faccia con un serpente di 60 centimetri che ha risposto alle loro manovre per cercare di scacciarlo dall’auto assumendo la posizione di difesa. Il serpente, infatti, si è arrotolato alzando la testa finchè non si è di nuovo rintanato tra sedile e porta posteriore del veicolo e non ha poi deciso che, forse, era arrivato il momento di dileguarsi nella campagna circostante. Nonostante la paura causatale la donna ha ripreso il volante ed il panico che aveva innescato il serpente è svanito assieme lui.

Marta Colanera