CONDIVIDI
LONDON, ENGLAND – MAY 19: Antonio Conte of Chelsea gives out instructions to his players during the Emirates FA Cup Final between Chelsea and Manchester United at Wembley Stadium on May 19, 2018 in London, England. (Photo by Laurence Griffiths ©Getty Images)

Niente più Chelsea per Antonio Conte ed i suoi collaboratori, che la società inglese ha rimosso per poter far posto al più presto a Maurizio Sarri.

Antonio Conte non ricopre più la carica di manager del Chelsea. L’allenatore leccese è stato sollevato dal suo ruolo di responsabile della prima squadra, unitamente al suo staff. Per tutti loro è arrivato il licenziamento in seguito alla sessione di allenamento di questa mattina. Per il momento non sono ancora noti i termini economici di questa decisione presa dal proprietario del sodalizio londinese, Roman Abramovic. Si sa però a chi sarà affidata la panchina dei Blues: toccherà infatti a Maurizio Sarri inaugurare un nuovo corso, come noto da tempo. Il toscano però deve a sua volta liberarsi dal Napoli, che non intende rinunciare alla clausola da 8 milioni di euro tornata in vigore ad inizio luglio.

Conte, l’addio al Chelsea era nell’aria

L’ex mister della Juventus, che con il Chelsea ha vinto la Premier League 2016/2017 per poi andare incontro ad una stagione molto deludente (mitigata soltanto dal successo a maggio in Coppa d’Inghilterra contro il Manchester United) ha svuotato il suo armadietto al centro tecnico di Cobham dopo l’ultima sessione di allenamento. Secondo le prime indiscrezioni, si parla di contratto risolto, con una possibile cospicua buonuscita in suo favore e la possibilità quindi di legarsi eventualmente ad una nuova squadra già nelle prossime settimane, qualora dovesse arrivare la giusta chiamata.