CONDIVIDI
Napoli, muore 21enne: è caduto per 10 metri mentre puliva un ascensore
(Getty)

Tragedia a Napoli, un ragazzo di appena 21 anni è morto cadendo per 10 metri mentre cercava di guadagnare 30 euro pulendo un ascensore.

Un barista 21enne di Napoli è andato incontro ad una tragica morte nel tentativo di racimolare dei guadagni extra alla fine dei turni di lavoro al bar. Il ragazzo, infatti, aveva accettato di fare delle pulizie nei palazzi del suo rione e nella giornata di ieri gli erano stati offerti 30 euro per pulire i residui di grasso e polvere dal lucernario di un ascensore. Dopo aver finito il turno al bar di via Duomo (iniziato alle 6 e terminato alle 14), il giovane volenteroso si è presentato nel palazzo per svolgere il lavoro di pulizia, ma quella decisione è stata fatale.

Napoli, muore 21enne: l’incidente fatale mentre puliva l’ascensore

Con l’intento di pulire al meglio il lucernario, il ragazzo si è arrampicato sulla struttura ma ad un tratto è caduto facendo un volo di 10 metri. Non è chiaro se il giovane si sia sporto troppo ed abbia perso l’equilibrio o se il finestrone sul quale poggiava il piede per pulire abbia ceduto sotto il suo peso facendolo cadere, fatto sta che il 21enne è precipitato ed ha perso immediatamente i sensi. Gli abitanti del palazzo hanno immediatamente chiamato i soccorsi, ma quando questi sono giunti per il ragazzo era troppo tardi e ne hanno potuto semplicemente dichiarare il decesso.

Sul luogo della tragedia è giunta anche la polizia che si è occupata di effettuare i rilevamenti del caso utili a stabilire una dinamica precisa dell’accaduto. Proprio a tal fine  potrebbe essere aperto un fascicolo d’indagine per omicidio colposo contro ignoti. Una prassi standard in casi come questo che serve a procedere con le indagini sul corpo del giovane e appurare la causa e la dinamica del decesso. Se così dovesse essere la salma del giovane rimarrebbe a disposizione delle autorità fino alla fine degli accertamenti.