CONDIVIDI
Roma, immigrato clandestino tenta di violentare una donna mentre fa jogging
(Web)

Una donna di 38 anni ha deciso di fare jogging durante la festività di San Pietro e Paolo a Roma ed è stata assalita da un ghanese senza fissa dimora che ha tentato di stuprarla.

Approfittando del giorno di festa e di una magnifica giornata di sole, lo scorso 29 giugno una donna romana di 38 anni si è decisa a fare un po’ di esercizio fisico a Caracalla. Mentre correva un uomo nascosto dietro un cespuglio ha approfittato della momentanea assenza di testimoni per saltarle addosso e cominciare a palparla. La donna ha cercato di divincolarsi con tutte le sue forze, ma la stretta dell’uomo era troppo potente per riuscire a scappare, così, consapevole delle intenzioni dell’uomo, la donna ha cominciato ad urlare nella speranza che qualche altro runner in zona potesse sentirla.

VIDEO NEWSLETTER

Senza tetto cerca di stuprare una donna romana, l’intervento provvidenziale di un runner

Quando tutto sembrava perduto e la donna pensava che il suo assalitore sarebbe riuscito a violentarla è sopraggiunto un corridore che, trovandosi in zona, aveva sentito le sue grida di aiuto. L’uomo ha urlato all’aggressore di allontanarsi e di lasciare in pace la donna, quindi lo ha spinto facendolo cadere a terra. Dopo essersi alzato da terra, l’assalitore ha preso un pezzo di legno ed ha minacciato i due, ma poi ha desistito e si è dato alla fuga.

Scampato il pericolo, la donna ha denunciato l’aggressione alla polizia che, grazie all’ausilio delle telecamere di sicurezza, ha rintracciato il colpevole del tentato stupro. Si tratta di un cittadino ghanese  di 33 anni senza fissa dimora che si trova in Italia senza il permesso di soggiorno. l’uomo è stato quindi arrestato con l’accusa di tentato stupro e presto dovrà presentarsi in aula per un processo che potrebbe condurre ad una dura condanna penale.