CONDIVIDI
Renzi
Matteo Renzi (Getty Images)

Matteo Renzi sbarca in tv: un programma divulgativo per raccontare la sua Firenze

Matteo Renzi sta per (non) smettere i panni del politico (che non lascerà, non vi illudete) per intraprendere una nuova carriera da personaggio televisivo. Questa l’indiscrezione che rimbalza ormai da qualche giorno sul futuro dell’ex Premier, in pieno declino di immagine e di potere a causa del crollo verticale del PD, che da molti è stato ascritto proprio alla sua ingombrante figura. E così il (quasi) dimissionario segretario del PD ha deciso di attuare un altro metodo per entrare nelle case degli italiani: si darà alla tv, proprio come fatto da Barack Obama una volta esaurito il suo mandato da presidente degli Stati Uniti. Certo, magari il consenso residuo non è esattamente lo stesso, magari Obama ha qualche simpatizzante in più, ma Renzi è particolarmente ispirato e ha già ideato un programma tv che avrebbe lui (e chi, sennò?) come conduttore. Un programma che potrebbe essere adottato da Berlusconi (e chi, sennò?) per essere trasmesso dalle reti Mediaset, anche se – secondo quanto riporta Huffington Post – al momento l’idea di Renzi avrebbe trovato qualche ostacolo nella realizzazione e starebbe faticando a trovare “casa”.

Mediaset è più di un’opzione, anche perché proprio Berlusconi qualche anno fa lo aveva battezzato come possibile anchor-man: “Se avesse deciso di fare il conduttore televisivo lo avrei assunto senz’altro”. E infatti, a quanto pare, Berlusconi sarebbe molto divertito all’idea che Renzi possa diventare ‘il nuovo Alberto Angela’ delle reti Mediaset. E il programma che ha in mente il politico piddino sarebbe proprio su quella falsariga.

Leggi anche — > Firenze: Matteo Renzi acquista una villa da 1,3 milioni di euro

Renzi in tv, un programma per “divulgare” la sua Firenze

Renzi
(Websource)

Ma cosa porterebbe Matteo Renzi in tv? Qual è la sua idea? A quanto pare si tratterebbe di un programma divulgativo finalizzato a raccontare al grande pubblico la cultura, la storia e le bellezze di Firenze dall’antichità fino ad oggi. Un ruolo di alto spessore, quindi, che gli consentirebbe anche di tenere una certa credibilità agli occhi del pubblico, con possibili ripercussioni anche sulla sua immagine politica, almeno in quella che è la sua idea. Il programma non è soltanto in embrione, anzi: diverso materiale è già stato lavorato e sarebbe già disponibile. Con la benedizione di Piero Angela, che a ‘Il Tempo’ saluta così questa nuova iniziativa renziana: “La sa abbastanza lunga, secondo me ce la può fare”.