CONDIVIDI
Martina Natale
Martina Natale (Facebook)

Martina Natale, 18 anni, è morta tre giorni prima dell’ammissione agli esami a causa di una neoplasia contro la quale combatteva da molto tempo. Le sue compagne per renderle omaggio hanno discusso la sua tesina davanti la commissione esaminatrice ed il comune di Latina ha annunciato che il gesto d’amore fatto all’amica scomparsa verrà premiato.

La morte di Martina Natale, ragazza di soli 18 anni che voleva studiare ed amava il teatro ma che è scomparsa prima di realizzare i propri sogni, ha segnato molte vite intorno a lei. Oltre quelle della famiglia, che la sosteneva nell’affrontare la malattia cercando di aiutarla fino all’ultimo nel percorso di studi, ci sono anche le ragazze del VB che, dopo la sua prematura morte, hanno deciso di portare avanti almeno uno dei suoi desideri. E quelle ragazze, appena 18enni, sono riuscite nel loro nobile intento: Martina ha conseguito il diploma discutendo la sua tesina su Pirandello attraverso le loro voci.

Leggi anche —> Muore prima della maturità, le sue compagne discutono la tesina al suo posto

Il riconoscimento del comune a Martina Natale e alle sue compagne di classe

Martina Natale è riuscita a trasmettere la sua voglia di vivere ed il suo amore per il teatro in un modo talmente forte da smovere tanti schemi che, solitamente, fra cieca burocrazia e cavilli è estremamente difficile far saltare. Martina, infatti, che era appassionata di teatro e frequentava il laboratorio ‘Latitudine Teatro’ di Latina, aveva incentrato proprio su questo argomento la sua tesina d’esame. Le ragazze della sua classe prendendosi carico del desiderio dell’amica scomparsa hanno fatto sì che non solo il suo lavoro riuscisse ad arrivare alla completezza giungendo alle orecchie della commissione esaminatrice ma anche a farle ottenere il diploma per cui tanto aveva lavorato.

Leggi anche —> Martina muore prima della maturità, la famiglia: “Lei più forte del tumore”

Martina, nonostante i problemi derivanti dai sintomi della malattia cui era affetta, infatti, aveva frequentato quasi fino all’ultimo la scuola e si era impegnata tanto che la tesina di maturità era già pronta quando, purtroppo, si è spenta a ridosso dell’inizio degli esami. L’assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Latina, Gianmarco Proietti, commosso dalla vicenda se ne è preso carico ed ha annunciato che l’amministrazione premierà le compagne della VB per testimoniare l’immenso debito di gratitudine che la città deve alle ragazze del liceo linguistico di Latina.

Marta Colanera