CONDIVIDI
(Getty Images)

Registrata a Milano una nuova ondata di maltempo: violenti temporali e grandine sul capoluogo lombardo.

Luglio atipico per il nord Italia e soprattutto per Milano, dopo il maltempo eccezionale di due giorni fa in questi istanti una nuova ondata di intemperie ha colpito il capoluogo lombardo e minaccia di far esondare i fiumi cittadini, il Seveso ed il Lambro, come un paio di giorni fa. In molte parti della città sono caduti anche grossi chicchi di grandine. Al momento però non sono stati diramati allerta dal centro controllo emergenze cittadino di via Drago che si occupa di controllare le esondazioni dei fiumi. La protezione civile rimane comunque pronta ad intervenire qualora i temporali dovessero continuare e causare disagi.

Milano, maltempo: due giorni fa una tromba d’aria ha scoperchiato i tetti delle abitazioni

Due giorni fa le conseguenze del maltempo eccezionale di Luglio aveva causato numerosi disagi nel Milanese. A Pozzo d’Adda si è abbattuta una tromba d’aria che ha letteralmente divelto il tetto di una palazzina che è successivamente atterrato sulle altre abitazioni causando ingenti danni. Pezzi di calcinaccio e lamiere sono cadute sull’asfalto danneggiando le auto parcheggiate nelle zone circostanti. Per fortuna nessuno degli abitanti è stato colpito accidentalmente dai detriti trasportati dalla tromba d’aria.

Sempre due giorni fa le piogge costanti e violente che si sono abbattute su Milano hanno portato all’esondazione del Seveso: il livello dell’acqua si è alzata sopra i livelli di guardia per dalle 3 alle 6 della notte tra mercoledì e giovedì e un’altra volta dalle 13 alle 15 di giovedì, per tornare poi sui livelli consueti. In seguito a quanto accaduto il centro di controllo cittadino aveva diramato un’allerta meteo fino alla mezzanotte di ieri. Secondo le previsioni le piogge dovrebbero interrompersi nel corso della notte e a partire da domani mattina dovrebbe tornare il bel tempo per tutto il fine settimana.