CONDIVIDI
Maho Beach
(Instagram)

Follia sulla spiaggia di Maho Beach: acrobazie di una coppia ucraina vicino all’aeroporto più strano al mondo, la foto diventa virale.

Viene considerata la spiaggia più pericolosa e strana al mondo quella di St.Maarten, ai Caraibi. Il motivo è semplice: a ridosso di Maho Beach l’uomo ha costruito una breve, ma fondamentale per il turismo, pista di atterraggio. E’ la pista numero 10 del Juliana International Airport. lunga appena 2.300 mt. usata dagli aerei di linea delle principali compagnie. Qui è molto facile ritrovarsi in situazioni improbabili.

Leggi anche –> 10 piste d’atterraggio più pericolose al mondo FOTO

La foto dei due acrobati diventata virale

Ad esempio, nelle scorse ore, una coppia di acrobati ucraini ha pubblicato su Instagram la foto di loro mentre si esibivano sulla famosa spiaggia mentre un aereo stava atterrando. Oleg Kolisnichenko e Yuliia Nos sono un duo acrobatico in stile urbano. Il primo ha pubblicato sui social questa foto divenuta virale.

Il duo può essere visto in una posizione acrobatica mentre un aereo – probabilmente un Amerijet B727-200F – stava atterrando all’aeroporto internazionale Princess Juliana. In tanti hanno criticato l’atteggiamento dei due acrobati: i loro follower sottolineano che hanno rischiato di mettere a repentaglio la loro vita e quella di altri passeggeri.

I rischi della spiaggia di Maho Beach

Più volte è stato assicurato che la pista di atterraggio è sicura, ma in passato si sono verificati gravi incidenti. C’è il pericolo che persone in piedi sulla spiaggia vengano immerse nell’acqua a causa del getto d’aria degli aerei che decollano dalla pista 10. Dopo vari allarmi, il governo locale ha deciso di avvertire che un aereo in avvicinamento e in partenza può “provocare gravi lesioni e / o morte”.

C’è anche chi sfida la sorte e per questo di recente è stata aggiunta una recinzione dietro la pista 10, al fine di evitare che le persone si aggrappino alla recinzione principale che circonda la pista e siano colpite dal flusso del getto.