CONDIVIDI
Messina: pasticcere strangola l'ex moglie e poi si toglie la vita
(Web)

Tragedia familiare nel messinese, a Barcellona Pozzo di Gotto, un pasticcere ha ucciso l’ex moglie, quindi si è tolto la vita.

Da tempo ormai Nicola Siracusa (53 anni) e Maria Carmela Isgò (48 anni) avevano deciso di separarsi, ciò nonostante i due vivevano nello stesso stabile anche se in piani differenti. La contiguità tra i due aveva causato già in passato furenti liti, al termine delle quali la donna aveva denunciato l’ex marito per maltrattamenti. Le ripetute denunce avevano portato ad un’indagine della procura ed al processo che si sarebbe tenuto in settembre dopo il rinvio a giudizio dell’uomo. L’ultima lite, avvenuta questo pomeriggio nel loro stabile in via Macaluso, ha avuto un esito tragico: l’uomo ha prima ucciso l’ex moglie, quindi si è tolto la vita.

Omicidio-suicidio a Barcellona Pozzo di Gotto: le indagini

Ad avvertire le autorità dell’accaduto è stata la sorella della vittima la quale, insospettita dal fatto che la sorella non rispondeva al citofono nonostante l’auto fosse nel garage, ha chiamato i Carabinieri. I membri dell’Arma hanno aperto la porta e si sono trovati davanti al corpo esanime della donna e quello dell’ex marito impiccatosi all’interno dell’appartamento. Nella casa sono stati trovati anche 4000 euro in contanti ed un biglietto sul quale c’era scritto che sarebbero serviti per pagare i funerali. Non è chiaro se l’uomo avesse premeditato l’omicidio-suicidio o se una volta perso il controllo ed ucciso la moglie abbia deciso di farla finita e di destinare i risparmi alle spese funerarie. La coppia aveva una figlia che adesso si trova all’improvviso senza entrambi i genitori.

Sempre nella giornata di oggi si è verificato un altro omicidio suicidio a Siena: la dinamica dell’accaduto è stata molto simile un uomo ha ucciso la moglie soffocandola e poi si è tolto la vita impiccandosi, dopo aver provato una breve fuga.