CONDIVIDI
"Di' alla mamma che l'amo", la bimba di 10 anni muore un istante dopo
(Web)

Le ultime parole di Simra Ali, bimba di 10 anni deceduta in seguito ad un attacco cardiaco, alla sorella erano un’attestazione di amore rivolta alla madre.

Conscia che quelli sarebbero stati gli ultimi istanti di vita Simra Ali ha chiesto alla sorella di avvicinarsi e le ha detto di riferire alla madre che l’amava. A condividere le ultime strazianti parole della bambina di 10 anni morta allo Sheffield Chieldren Hospital a causa dell’aggravarsi di una cardiomiopatia è stata la madre Nighat Farzana, nel corso dell’udienza tesa a stabilire le responsabilità dell’ospedale nella morte di Simra: “Ha detto alla sorella che amava la mamma, qualche istante dopo i suoi occhi si sono rivoltati all’indietro ed ha smesso di respirare. Sono state le sue ultime parole”.

Simra muore a 10 anni di infarto, in ospedale le avevano diagnosticato un’infezione

C’è grande dolore per i familiari della bambina per una morte precoce che con ogni probabilità i medici avrebbero potuto scongiurare. Il 12 marzo scorso, infatti, Simra è stata ricoverata in ospedale dopo aver manifestato forti dolori addominali, nausea e stanchezza diffusa. I medici l’hanno visitata tre volte e le hanno diagnosticato un’infezione da acqua. Convinti della diagnosi i medici hanno detto alla famiglia che Simra poteva tornare a casa e che se avesse seguito la cura assegnata non ci sarebbero stati problemi.

A distanza di 3 giorni dall’ultima visita, però, la bambina è svenuta mentre si trovava a casa. I genitori l’hanno portata immediatamente in ospedale ma dopo mezz’ora è morta a causa di un attacco cardiaco. Dall’autopsia è emerso che la causa della morte è stata l’aggravarsi di una cardiomiopatia. I medici hanno fallito la diagnosi non accorgendosi che il suo battito cardiaco era accelerato (i battiti cardiaci erano stabilmente su 140 bpm). Inoltre il 13 marzo non hanno richiesto un elettrocardiogramma nonostante le pulsazioni della bambina si aggiravano tra i 200 ed i 250 bpm.