CONDIVIDI

Ci sono novità sulla morte di Alesha MacPhail, bambina uccisa mentre era in vacanza sull’isola di Bute. Arrestato un adolescente

Il parco giochi dietro l’angolo della casa dei nonni di Alesha MacPhail sull’isola di Bute sarebbe normalmente pieno di bambini in un giorno feriale dopo la scuola. Ma, nonostante le temperature, il parco era vuoto. Martedì scorso la polizia scozzese ha confermato che Alesha di sei anni era stata assassinata e che, per precauzione, ha detto agli isolani di “di restare a casa per la vostra sicurezza”. Mercoledì sera, la polizia ha annunciato di aver arrestato un giovane con l’accusa di omicidio di Alesha. Si tratta di un adolescente che è stato interrogato più volte dalla polizia. Nel frattempo gli agenti continuano le indagini. “Chiunque abbia telecamere a circuito chiuso a casa sua o in azienda, o addirittura qualsiasi automobilista con filmati dashcam che potrebbe aiutare nelle nostre indagini, è invitato a mettersi in contatto”, ha dichiarato il sovrintendente Stuart Houston. I nonni di Alesha, Angela King, 46 anni, e Calum MacPhail, 49 anni, vivono nella località balneare vittoriana Rothesay, in una casa che si affaccia sul Firth of Clyde e verso la terraferma. Il giardino anteriore doveva essere il luogo dei giochi di Alesha. Invece, il marciapiede nelle vicinanze è stato riempito con fiori, giocattoli e messaggi d’affetto. Nel mezzo, la sua foto poggia accanto a due palloncini rosa.

Bimba uccisa in vacanza, lo sgomento della comunità

Un messaggio diceva: “Così, mi mancherai.” La notizia ha scioccato gli abitanti della città, che è stata a lungo una località di villeggiatura al largo della costa occidentale della Scozia. La gente del posto elogia la comunità affiatata e la sua assenza di criminalità. Il consigliere comunale Len Scoullar ha dichiarato: “La comunità è sgomenta e delusa dal fatto che una cosa del genere possa accadere qui. Non abbiamo tassi di criminalità come abusi sui minori e omicidi. Questo è sempre stato il posto più tranquillo e sicuro per donne e bambini, ora hanno tutti paura, c’è un clima surreale”. Alesha era a Bute per l’estate. Lunedì mattina, alle 6:25 del mattino, Angela ha inviato un appello su Facebook chiedendo ad amici e vicini di aiutarla a trovare sua nipote scomparsa nella notte. Solo da quell’appello la mamma di Alesha ha scoperto che era successo qualcosa alla figlia. Dopo tre ore e mezza, un vicino di casa ha scoperto il corpo della ragazza nei boschi pubblici a meno di un miglio di distanza dalla casa. L’ultimo omicidio nel paese avvenne 30 anni fa quando due pedofili uccisero Allison McGarrigle e la gettarono in mare. Scomparsa nel 1997 è stata dichiarata morta nel 2005.