CONDIVIDI

 

(foto Vigili del fuoco)

A Numana, in provincia di Ancona, un’auto è finita fuori strada e per il conducente, un 48enne trovato nella sua Jaguar dopo 12 ore dal fatto, non c’è stato nulla da fare.

Le Forze dell’Ordine sono a lavoro per determinare che cosa possa aver causato il terribile incidente costato la vita ad un 48enne che viaggiava sulla sua strada a Numana. L’uomo, secondo la ricostruzione, era solo nell’auto e l’incidente è avvenuto circa alle 18 di ieri sera ma il ritrovamento del corpo è stato molto più tardivo.

Leggi anche —> “Di’ alla mamma che l’amo”, la bimba di 10 anni muore un istante dopo

Il 48enne alla guida della Jaguar era solo in auto: si ipotizza sia stato vittima di un malore

L’uomo di 48 anni era di origini milanesi e viveva ormai da tempo a Numana ma, mentre guidava su una strada che conosceva bene, via Montefreddo (in prossimità del villaggio Taunus), qualcosa deve essere andato storto. L’uomo, infatti, era solo nell’auto e non sono state al momento ritrovate tracce di colluttazione con altra vettura nè segni di pneumatici a terra che facessero pensare ad uno scontro su strada. L’auto dell’uomo è finita in un campo di grano, al di fuori della carreggiata, e l’ipotesi più accreditata al momento è che il 48enne sia rimasto vittima di un malore improvviso. La teoria è ora al vaglio dei carabinieri di Numana che, assieme ai vigili del fuoco, sono intervenuti sul posto quando il corpo è stato ritrovato, ormai senza vita. Il conducente della Jaguar, infatti, essendo caduto in un campo di grano spigato era difficilmente visibile dalla strada ed a notarlo è stato un passante che, fra la fitta vegetazione, ha distinto una automobile solo 12 ore dopo l’incidente. Il medico legale, dopo una prima ispezione sul cadavere, ha riferito alle autorità competenti che sia da imputare ad un malore la causa della morte del 48enne e che la fuoriuscita improvvisa della Jaguar dalla propria carreggiata ne sarebbe la diretta conseguenza.

Marta Colanera