CONDIVIDI
(GIUSEPPE CACACE/AFP/Getty Images)

Reddito di inclusione per 2,5 milioni di persone: benefici e costi, a quanto ammonta la misura contro la povertà adottata dal governo Gentiloni.

Da oggi una buona notizia per i soggetti più in difficolta: infatti si allarga la platea dei destinatari del reddito di inclusione, il REI. Si tratta di uno strumento messo a punto dal precedente governo per fornire sostegno economico a chi era più in difficoltà. Da oggi, come previsto dalla legge di bilancio approvata dal precedente governo, la platea di chi ne usufruirà si allarga a circa 2,5 milioni di persone.

Leggi anche –> Reddito di inclusione: i massimali mensili per famiglia dalle recenti modifiche

Reddito di inclusione: chi rientra nei benefici

Si accede al beneficio sostenendo una prova dei propri mezzi economici e l’adesione a un progetto di riattivazione lavorativa. Possono rientrare nei benefici sia i cittadini europei che coloro che sono extracomunitari con permesso di soggiorno a lungo termine. Va però dimostrato di risiedere in Italia in via continuativa da almeno due anni.

I precedenti criteri di accesso erano riservati a nuclei familiari particolari. Per poter beneficiare del REI occorreva che fosse compreso un minore, un disabile, una donna in stato di gravidanza o un disoccupato over 55.

A quanto ammonta il Reddito di inclusione

Non cambia nulla invece per quanto riguarda l’ammontare del contributo: si parte da €187,5 per nuclei di un singolo individuo, arrivando a €539,8 per quelli composti da almeno sei persone. Restano stretti i requisiti economici di accesso: bisogna avere un ISEE non superiore a 6000€. Non si possono avere inoltre immobili con un valore superiore ai 20mila euro, esclusa l’abitazione in cui si risiede.

Il Reddito di inclusione non è cumulabile con l’indennità di disoccupazione, ma è compatibile con un’attività lavorativa, sempre nei massimali ISEE di 6mila euro. Il sostegno ha una durata che non può essere superiore ai 18 mesi. Può essere prolungato ma solo per ulteriori sei mesi. E nel caso che si sia tra i beneficiari del sostegno per l’inclusione attiva sarà necessario sottrarre le mensilità già erogate dal limite dei 18 mesi.

Gentiloni elogia il Reddito di inclusione

L’ex presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, ha elogiato il Reddito di inclusione su Twitter, rivendicando l’azione contro la povertà del precedente governo e lanciando un duro affondo all’esecutivo Conte: “Da oggi il reddito di inclusione si rafforza. Come previsto dalla nostra legge di bilancio, arriva a coprire 2.5 milioni di persone in condizioni di povertà. Si può e si deve fare di più, magari in una pausa tra annunci e comizi”.

In base a quelli che sono i dati ministeriali relativi al primo trimestre e diffusi a fine marzo, sono quasi 900mila le persone che hanno beneficiato di misure di sostegno economico, un terzo di queste ha usufruito del Reddito di inclusione.