CONDIVIDI
Niccolò Bettarini
(Instagram)

Ferito Niccolò Bettarini, figlio di Simona Ventura: chi sono i quattro fermati per l’accoltellamento del giovane fuori dalla discoteca.

Nella notte tra sabato e domenica, Niccolò Bettarini è stato portato d’urgenza all’ospedale Niguarda dopo essere stato accoltellato 11 volte. Da quanto ricostruito, il figlio di Simona Ventura e dell’ex calciatore Stefano Bettarini sarebbe intervenuto in una colluttazione per difendere un amico mentre si trovava alla discoteca ‘Old Fashion‘ di Milano. I suoi aggressori sarebbero due italiani e due albanesi. Fermati nelle scorse ore, tutti e quattro negano le proprie responsabilità.

Forse vi interessa anche -> Chi è Niccolò Bettarini, il figlio di Simona Ventura accoltellato

Niccolò Bettarini: i quattro fermati incastrati dalle telecamere

Come accade spesso in queste occasioni, l’aggressione sarebbe dunque derivata da futili motivi. I quattro fermati sono stati inquadrati in un video registrato dalle telecamere di sorveglianza della discoteca. Da quanto risulta, Niccolò Bettarini non era coinvolto nel litigio all’interno della discoteca. Invece, è intervenuto a difesa di un amico. Un gesto di generosità che secondo gli inquirenti avrebbe pagato caro.

Intanto, in queste ore, arrivano messaggi di solidarietà al giovane e ai suoi familiari. La vicenda ha riportato al centro del dibattito pubblico anche quello che è il mondo dei locali notturni, con diverse prese di posizione, come quelle di Morgan, che ha dedicato un messaggio all’amica ed ex collega di X-Factor Simona Ventura, e di Paolo Crepet.

Leggi anche -> Niccolò Bettarini accoltellato, ecco le parole del papà Stefano

Chi sono i quattro fermati e quali sono le loro responsabilità

Ognuno dei fermati ha responsabilità diverse nella vicenda, ma tutti sono accomunati da precedenti più o meno gravi. Uno dei due italiani, il 29enne che è accusato di aver inferto i fendenti che potevano risultare fatali, ha numerosi precedenti specifici di natura violenta, reati contro il patrimonio e porto di oggetti atti a offendere. Proviene invece dall’ambiente ultrà di estrema destra l’altro italiano fermato, un 24enne legato alla curva dell’Inter e di Hockey Milano e ai militanti di estrema destra di Lealtà Azione.

Da accertare anche le responsabilità specifiche dei due albanesi: il più grande, 29 anni, è irregolare in Italia, mentre il più giovane, anch’egli 24enne, ha precedenti specifici per guida in stato di ebbrezza, ma ha regolare permesso di soggiorno. Niccolò Bettarini, stando alla ricostruzione dei fatti, è stato accoltellato nei pressi di un baracchino. Per i quattro fermati, l’accusa sarebbe di tentato omicidio. L’arma dell’aggressione non è ancora stata ritrovata.

Leggi anche –> Simona Ventura, vergogna sui social: “Pensa a fare la mamma”