CONDIVIDI
giovane morto
Alessandro, il giovane morto nel sonno a soli 31 anni

Un giovane morto nel sonno dopo essere tornato a casa da lavoro. È stata questa la fine del povero Alessandro Marco Zanin, friulano 31 enne.

È morto nel sonno Alessandro Marco Zanin, a soli 31 anni. Una fine di quelle che mai dovrebbero capitare ad un giovane della sua età. Lo sfortunato friulano, residente a Calderano di Gaiarine, in provincia di Pordenone, lavorava in zona e da poco si era trasferito nel piccolo centro del Nord-Est. Purtroppo, una volta tornato a casa, non si è più svegliato dal riposo che si era concesso. I soccorsi medici giunti sul posto non hanno potuto fare niente per rianimarlo. Era ormai troppo tardi per Alessandro. I parenti si erano preoccupati dopo aver constatato che da troppo tempo il ragazzo non rispondeva ad alcuna loro chiamata. E così al suo indirizzo ha bussato una equipe medica, la quale però non ha ricevuto alcuna risposta.

Giovane morto, disposta l’autopsia sul corpo

Una volta entrati in casa, i medici lo hanno trovato apparentemente addormentato a letto. Ma Alessandro non stava dormendo. Del suo decesso è stata informata la Procura, che ha disposto il luogo a procedere ad un esame autoptico. Con tutta probabilità deve essere stato un improvviso attacco di cuore a stroncare il giovane morto davvero troppo presto. Se ne saprà di più una volta che i controlli post-mortem verranno eseguiti. Adesso il corpo riposa all’interno dell’obitorio dell’ospedale di Vittorio Veneto. Il tutto è successo nel primo pomeriggio di ieri, venerdì 29 giugno. Erano le ore 15:00 quando Alessandro è tornato a casa da lavoro per riposarsi. Da quanto si apprende, mai in passato il friulano aveva accusato malori di una certa entità od era affetto da patologie gravi. Intanto nel Fiorentino si indaga su di un delitto quasi certamente avvenuto in famiglia. È caccia al fuggitivo.