CONDIVIDI
Barca di San Pietro: ecco in cosa consiste il rito e come va fatto
(Websource)

La Barca di San Pietro è un rito che nasce nella tradizione religiosa e che oggi è diventato virale.

Secondo la tradizione religiosa effettuare il rito della Barca di San Pietro era un modo di omaggiare il Santo nel giorno della celebrazione del suo anniversario secondo il calendario liturgico, ma anche un modo per comprendere se l’anno a venire sarebbe stato positivo o meno per il raccolto. Da secoli ormai i fedeli del nord Italia, specie i contadini, si apprestano a mettere un vaso pieno d’acqua e albume d’uovo fuori dalla porta la notte tra il 28 ed il 29 giugno, attendendo che il mattino dopo si formi la così detta ‘Barca di San Pietro’. Secondo la tradizione se la barca appare a vele spiegate vuol dire che il giorno dopo uscirà il sole, mentre se le vele sono piegate che pioverà. Pare inoltre che se si forma un veliero completo per l’anno avvenire ci sarà un raccolto favorevole.

Barca di San Pietro: come va fatto il rito 

Negli ultimi anni il rito si è diffuso in tutta Italia ed è diventato virale. Se non avete mai provato ad eseguirlo, non vi preoccupate farlo è molto semplice: vi basta liberare un vaso di vetro, riempirlo d’acqua e versare all’interno dello stesso l’albume d’uovo, poi mettete il vaso fuori dalla porta di casa ed aspettare che si verifichi la “magia“. Il fenomeno in realtà è possibile spiegarlo scientificamente, l’albume è più denso dell’acqua e tende a scendere sul fondo del vaso. Il resto viene reso possibile da quelli che gli scienziati chiamano moti convettivi: la differenza di temperatura tra l’aria esterna e l’acqua fa sì che l’acqua più calda vada verso la superficie trascinando con se l’albume d’uovo e permettendogli di creare le vele della barca. Come vedete esiste una spiegazione scientifica al rito della ‘Barca di San Pietro’, ma forse rimane più affascinante la versione tradizionale.