CONDIVIDI
Flavio Insinna (Photo by Camilla Morandi – Corbis/Corbis via Getty Images)

Flavio Insinna da Settembre sarà il nuovo conduttore dell’Eredità e la spaccatura avvenuta in Rai all’annuncio della sua nomina non lo ha di certo fermato.

Flavio Insinna, ex conduttore di Affari Tuoi, arriverà nelle case italiane su Rai 1 a L’Eredità nel ruolo di presentatore. Sostituirà Fabrizio Frizzi, amatissimo dal pubblico della Rai – e non solo – che, purtroppo, è venuto a mancare a Marzo di questo anno.

La sfida sarà ardua per il conduttore ma, in un’intervista, Insinna mostra tutto l’entusiasmo che lo caratterizza e racconta della nuova avventura televisiva che sta per intraprendere in cui, però, entrerà rispettosamente “in punta di piedi”.

Leggi anche —> Flavio Insinna a L’Eredità, il suo cachet milionario riapre le polemiche

Flavio Insinna: “Ho molto da studiare”

”Ho molto da studiare, anche se sono un po’ vecchiotto – afferma Flavio Insinna durante l’intervista – L’Eredità è tutto un altro programma rispetto ad Affari Tuoi, tutto un altro meccanismo. Come compiti per le vacanze mi comprerò un sussidiario e, magari, proverò a giocare a qualche vecchia puntata sul divano insieme al mio gatto. A fine agosto cominciamo a muovere i primi passi e la vera sfida sarà capire se a Fabrizio piacerà”

E il ricordo al collega ed amico Frizzi arriva quasi in automatico:

“Era un uomo meraviglioso, che non mi ha mai giudicato. Lui, insieme a Carlo, era uno di quegli amici che ci sono sempre. Adesso Fabrizio non c’è, ma non significa che non ci sia più. Sono due cose diverse”

Il presentatore poi immagina come sarebbe stato il passaggio del testimone se Fabrizio fosse stato in vita e lo racconta con malinconica ironia:

“Sarebbe stato diverso se Fabrizio fosse andato sulla luna, o a presentare Sanremo, o in qualunque altra rete a condurre un nuovo programma. Mi avrebbe detto ‘Flavio, occupatene tu’. Ma così, purtroppo, non è stato”.

Marta Colanera