CONDIVIDI
Joe Jackson
(Paras Griffin/Getty Images)

Joe Jackson, padre delle popstar Michael e Janet, è morto oggi a 89 anni all’ospedale di Las Vegas dove era ricoverato per un cancro.

Il direttore musicale e padre di 11 figli, tra cui la superstar del pop Michael e Janet Jackson, era in cura in un ospedale di Las Vegas. Si dice che Jackson fosse nelle fasi finali del cancro terminale. In precedenza aveva subito un ictus a San Paolo nel 2015, insieme a un numero elevato di attacchi di cuore. Suo nipote, Taj Jackson, ha confermato la notizia su Twitter.

Leggi anche –> Morto Vinnie Paul, batterista e fondatore dei Pantera – VIDEO

L’annuncio della morte di Joe Jackson

Il suo quarto figlio, Jermaine, ha dichiarato al Daily Mail prima della morte di Jackson che suo padre aveva tentato di impedire visite dalla sua famiglia, nascondendo informazioni sulla sua. Gli è stato permesso di vederlo il 19 giugno. “Nessuno sapeva cosa stava succedendo”, ha detto il figlio dell’uomo, spiegando che l’intera famiglia ha sofferto molto questa situazione.

Il 24 giugno, Joe Jackson è apparso su Twitter per scrivere alcune frasi, ma Paris Jackson, la figlia di Michael, ha dubitato che quelle parole provenissero dal nonno malato terminale. “Siamo profondamente rattristati dalla morte di Mr. Jackson e porgiamo le nostre sentite condoglianze alla signora Katherine Jackson e alla famiglia”, hanno detto John Branca e John McClain, che gestiscono la tenuta dei Jackson.

Leggi anche –> E’ morto il rapper XXXTentacion, aveva 20 anni

Luci e ombre nella vita di Joe Jackson

Joe Jackson è noto per la formazione e la promozione del Jackson 5, comprendente i suoi figli Jackie, Tito, Jermaine, Marlon e Michael, e in seguito Randy. La giovane famiglia di Gary, Indiana, divenne un fenomeno alla fine degli anni ’60 e ’70, con i loro primi quattro singoli, I Want You Back nel 1969, e ABC, The Love You Save e I’ll Be There nel 1970, in cima alla classifica delle vendite.

Ma Joe Jackson era accusato anche di essere un padre padrone. Lui stesso aveva ammesso alcune delle sue responsabilità in maniera plateale. Nel 2003, ha detto alla BBC che ha frustato Michael da bambino. Nel 2010, ha detto a Oprah Winfrey che ha picchiato i suoi figli con una cinta e non si è pentito di averlo fatto. Nel suo libro di memorie del 1991, La Toya Jackson scrisse che suo padre picchiava i suoi figli e molestava lei e sua sorella Rebbie. Janet Jackson ha detto invece di essere stata picchiata una sola volta, ma che comunque non ha un grande rapporto col padre.