CONDIVIDI

Carolyn Smith aggiorna i suoi fan su Instagram sulla battaglia contro il cancro. Un post per commentare gli ultimi risultati della PET

Continua la lotta di Carolyn Smith contro il tumore. La scenografa, ballerina e giudice di “Ballando con le stelle” ha pubblicato su Instagram un post per raccontare l’esito della PET con contrasto a cui si è sottoposta a Treviso. Questo il suo commento ai risultati: “Le visite di questa mattina sono terminate… che dire? Sorridiamo, sempre! L’intruso – ha puntualizzato – non è cresciuto ma rimane sotto controllo. Donne, proseguiamo nella nostra battaglia!”. Nel post precedente Carolyn informava i suoi follower che si stava recando in ospedale per eseguire una Pet. Un costante aggiornamento sulle sue condizioni per i fan che la seguono con grande affetto. Caroly Smith sarà anche la protagonista della prima puntata del nuovo show in seconda serata di Paola Perego, ‘Non disturbare’. Durante la tramissione ha raccontato alla conduttrice delle condizioni del tumore, della paura di non farcela e di come sta dopo anni di battaglie.

Carolyn Smith e la polemica con la Brigliadori

È di pochi giorni fa invece la polemica della Smith nei confronti di Eleonora Brigliadori. L’attrice aveva pubblicato un post su Facebook contro Nadia Toffa che le è costato l’esclusione dalla prossima edizione di Pechino Express. La Brigliadori aveva scritto sulla battaglia di Nadia Toffa contro la malattia “Chi è causa del suo mal pianga se stesso”. Una frase che aveva provocato l’esclusione dal cast della nuova edizione di Pechino Express. Carolyn Smith ha commentato così la vicenda: “Le auguro di non incontrarmi. Sono svenuta, mi sono sentita male davanti alla tv”. In un’intervista rilasciata al Corriere della Sera la Smith ha parlato in modo molto netto della Brigliadori e si dice molto contenta della decisione della Rai di escluderla dalla trasmissione Pechino Express dopo le frasi pronunciate contro Nadia Toffa: “Mi sono sentita molto protetta dalla Rai e sono orgogliosa di lavorare in un’azienda in cui si ragiona così”