CONDIVIDI
(Andrei Ilie)

Un balordo di 22 anni viene assunto in una pizzeria e il primo giorno “ringrazia” il datore di lavoro uccidendolo e rubandogli l’incasso

Un vero e proprio dramma, aggravato dalla generosità della vittima e dall’efferatezza senza scrupoli dell’assassino, un balordo di 22 anni. Siamo a Birmingham, in Inghilterra. Masoud Esmalian è il titolare di una pizzeria in città e conosce questo ragazzo originario della Romania, Andrei Ilie. Apprende dei suoi debiti e della sua necessità di lavorare per poter sopravvivere e decide di assumerlo per lavorare da lui. Ilie aveva bisogno di una cospicua somma di denaro per ripagare un prestito, e così ha avuto l’occasione di cui aveva bisogno per mettere a posto la sua vita. Ma evidentemente aveva idee differenti. Appena assunto ha portato a termine il suo primo giorno di lavoro il suo benefattore ha anche acconsentito a ospitarlo a casa sua, visto che Ilie era anche senza fissa dimora. Un gesto di grande generosità punito nel peggiore dei modi.

Andrei Ilie arrestato: ecco come è stato beccato l’assassino della pizzeria

A fine giornata lavorativa Masoud Esmalian ha raccolto l’incasso ed è tornato a casa col suo nuovo dipendente, a cui ha offerto anche un letto in cui dormire in attesa che la sua vita prendesse la piega giusta. Ma Andrew Ilie aveva altri piani. Appena arrivato in casa ha preso un coltello e l’ha ucciso, rubandogli anche tutti i soldi della giornata. Convinto di averla fatta franca è scappato via, con l’obiettivo di prendere un aereo e tornare in patria. L’aereo l’ha preso ed è effettivamente riuscito a lasciare l’Inghilterra, ma una volta atterrato in Romania è stato intercettato dalla Polizia locale, che lo stava ricercando per un altro reato e quando ha scoperto che figurava tra i passeggeri dell’aereo l’ha aspettato allo sbarco e l’ha arrestato, incriminandolo per una rapina effettuata prima di partire. E intanto era arrivata anche la segnalazione dell’omicidio di Esmalian: rimandato in Inghilterra, Ilie è stato condannato all’ergastolo.