CONDIVIDI
alessandro narducci
Lo chef 29enne Alessandro Narducci, morto assieme all’amica 25enne Giulia

Domani avranno luogo i funerale del 29enne Alessandro Narducci, chef stellato morto dopo un incidente stradale lo scorso 22 giugno.

I funerali del giovane chef Alessandro Narducci, morto quattro giorni fa a causa di un incidente stradale, verranno celebrati nella giornata di domani alle ore 15:00 alla chiesa di Santa Maddalena di Canossa, in via della Lucchina. Per l’allievo del celebre Heinz Beck non c’era stato niente da fare: con lui è morta sul colpo anche Giulia Puleio, una giovane collega ed amica di 25 anni. Sempre domani sarà allestita dalle ore 10:30, prima dei funerali, la camera mortuaria al Policlinico Gemelli.

Ed intanto si indaga per omicidio stradale nei confronti dell’uomo di 30 anni che, a bordo di una Mercedes, ha causato l’incidente con responsabilità evidenti. Quest’ultimo, in base al racconto ottenuto da un testimone oculare che ha assistito al terribile schianto avvenuto nelle prime ore di venerdì scorso, si sarebbe distratto durante la guida. Il testimone riferisce che il 30enne era infatti al telefono, e questo sembra essere stato sufficiente affinché si verificasse il pauroso frontale che ha stroncato la vita di chef Alessandro Narducci e della sua amica.

Alessandro Narducci, il resoconto di un testimone

Sempre l’uomo al volante – racconta il testimone – avrebbe però chiamato immediatamente i soccorsi, passeggiando nervosamente tra Alessandro Narducci e Giulia, ormai cadaveri. “Piangeva ed urlava al cellulare di fare presto, perché non voleva avere due morti sulla coscienza. Era ferito ed aveva la fronte coperta di sangue. Ha preso lei per le gambe sperando che fosse ancora viva”. Il drammatico resoconto del testimone rilasciato in Procura dice tutto. Intanto sempre ieri si sono svolti gli esami autoptici sui cadaveri delle due vittime. Subito dopo l’incidente, l’auto del 30enne era finita con lo schiantarsi contro altre tre vetture parcheggiate su uno dei lati della strada.